Roma dà una mano ai fuorisede

fuorisede.jpgCirca 5 mila alloggi ricavati nei casolari oggi improduttivi dell’Agro Romano da vincolare a canone concordato per le giovani coppie e gli studenti fuorisede: è quanto ha in mente il Campidoglio per calmierare da una parte il mercato degli affitti universitari, e dall’altra rilanciare l’attività agricola nella capitale. Un piano a costo zero per il Campidoglio, che concederà cambi di destinazione d’uso residenziali vincolati, a patto che i proprietari dopo aver ristrutturato gli immobili li affittino almeno 10 anni a canone concordato e svolgano nelle aree circostanti attività agricole.
A illustrare il Pria (progetto riqualificazione immobili agricoli) è stato il dirigente dell’Ufficio progetti speciali del III dipartimento del Comune di Roma, Paolo Loria, a margine della conferenza stampa di Italia nostra sulla salvaguardia dell’Agro Romano. Il piano – ha spiegato Loria – non comporta nessuna spesa per il Campidoglio: le riqualificazioni saranno a carico dei proprietari dei manufatti che in cambio riceveranno dal Comune il cambio di destinazione d’uso residenziale, a patto che vi vengano svolte anche attività agricole o installati impianti fotovoltaici.
Il fitto, vincolato per 10 anni, dovrebbe aggirarsi attorno ai 350 euro al mese e sarebbe applicato a circa 10 mila manufatti, secondo le stime del dipartimento, per ricavare tagli di appartamenti attorno ai 60 metri quadrati.
«Spero che la memoria di Giunta del 29 aprile venga approvata prima della pausa estiva – ha aggiunto l’architetto del Comune – La manifestazione di interesse andrà presentata nei nostri piani entro il 30 di ottobre. Se tutto andrà a buon fine – ha concluso Loria – prima del 2011 potranno partire i cantieri. Con questo piano puntiamo a calmierare il prezzo degli affitti soprattutto per gli studenti universitari che attualmente drogano il mercato delle locazioni».

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Atenei "virtuosi", la classifica del Miur

Next Article

Cercasi amministratore delegato nell'immobiliare

Related Posts
Leggi di più

Regalo di Natale al ministro Valditara: 500mila euro in più per il suo staff grazie ai tagli alla didattica

Un emendamento presentato dall'ex sottosegretario Rossano Sasso stanzia ulteriori 480mila euro per consulenti e collaboratori del Ministero dell'Istruzione. Soldi che verranno prelevati dal fondo per la didattica previsto dalla legge sulla Buona Scuola del 2015. Le opposizioni gridano allo scandalo ma da Viale Trastevere provano a gettare acqua sul fuoco: "Spese in linea con gli anni precedenti".