Ricercatore messicano desaparecido

Nella Bassa California (stato messicano di frontiera degli Stati Uniti) un giovane appartenente al movimento di studentesco messicano di cittadinanza attiva Yosoy 132, Aleph Jiménez, sembra essere essere scomparso dal 20 settembre 2012

Nella Bassa California (stato messicano di frontiera degli Stati Uniti) un giovane appartenente al movimento di studentesco messicano di cittadinanza attiva Yosoy 132, Aleph Jiménez,  sembra essere essere scomparso dal 20 settembre 2012, dopo la conferenza stampa, tenuta alla luce  degli scontri  in piazza del 15 settembre (giorno della festa di indipendenza messicana), in cui si denunciavano  la represessioni effettuate dalla polizia e la stessa elezione del neo Presidente Enrique Peña Nieto.

Il movimento Yosoy132 è composto per la maggioranza da studenti dell’struzione superiore in Messico, alla ricerca di una democratizzazione dei mezzi di comunicazione, la creazione di un dibattito tra i candidati presidenziali e il rifiuto dell’imposizione mediatica di Enrique Peña.

Il nome deriva da un video che 131 studenti hanno diffuso, contestandole dichiarazioni di alcuni funzionari pubblici..

Aleph Jiménez, è ricercatore presso l’istituto di ricerca, il Cicese (Centro de Investigacion Cientifica y de Educazione Superior de Ensenada) e in questi ultimi mesi, attraverso la piattaforma digitale del movimento stava in contatto con gli studenti messicani di altri centri di ricerca, a livello internazionale, per creare momenti di incontro e di scambio socio-informativo.

Total
0
Shares
1 comment
Lascia un commento
Previous Article

Depressione, a rischio chi non vedo ad un metro

Next Article

Sterilità, una proteina è in grado di riattivare gli ovuli

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).