Resto al Sud: nasce la nuova App per i giovani imprenditori del Mezzogiorno

Arriva la App dedicata per seguire in tempo reale l’avanzamento del progetto presentato per ottenere l’incentivo Resto al Sud, l’incentivo del Governo gestito da Invitalia, dedicato ai giovani under 36 che vogliono avviare un’attività imprenditoriale nelle 8 regioni del Mezzogiorno. Attivando le notifiche push consente anche di leggere le news, conoscere gli eventi di promozione e cercare banche e partner convenzionati in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Insomma un aiuto tecnologico in più per ottenere un aiuto nella “costruzione” del progetto . È scaricabile gratuitamente da Google Play e App Store.

«Anche le aziende pubbliche, come Invitalia – ha detto la ministra per il Sud Barbara Lezzi – possono comunicare con gli strumenti che sono ormai propri non solo dei giovani ma di uso comune e questo non è così scontato in un paese come il nostro che vede incrostazioni burocratiche che nascondono anche delle sacche di potere». Sottolineando come sia «indispensabile tornare al Sud. Troppi giovani vanno via per studiare, è avvilente sapere che non abbiano poi il contesto giusto per tornare. Ora le risorse ci sono per creare questo tessuto di microimprenditorialità. Non si dà solo una risposta a un’impresa ma a un progetto di vita».
Le domande presentate soprattutto in Campania (1.506 domande per investimenti di oltre 105 milioni di euro). Seguono Calabria (615 domande per 38,54 milioni di euro) e Sicilia (602 domande per 38,51 milioni). I settori interessati sono le attività turistiche e culturali (50%), quelle manifatturiere e artigianali (22%) e i servizi alla persona (16%). Il 47% delle domande approvate arriva dalla Campania, il 17% dalla Sicilia e il 15% dalla Calabria.
I giovani che hanno presentato la domanda per ricevere gli incentivi possono entrare nell’area riservata dell’App e seguire in tempo reale la valutazione del progetto. Arriverà una notifica sullo smartphone ogni volta che si passa allo step successivo o quando il team di valutazione ha bisogno di più informazioni. C’è anche un calendario integrato, che consente anche salvare le scadenze e gli appuntamenti. Si possono cercare tramite App anche le banche convenzionate per ricevere il contributo finanziario e gli enti pubblici, le università e gli organismi del terzo settore in grado di dare agli aspiranti imprenditori un aiuto concreto e gratuito per “costruire” il progetto d’impresa.
 
 
 
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università Suor Orsola, se sbagli il test d'ingresso puoi riprovare a settembre

Next Article

La rassegna stampa di giovedì 5 luglio

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.