Renzi: "Il cuore dell'Europa è nelle Università, non nei palazzi di Bruxelles"

“Il cuore dell’Europa, oggi, è nelle università, non nei palazzi di Bruxelles. Il cuore dell’Europa oggi è là dove si sperimenta, si fa ricerca”. Il premier Matteo Renzi ha parlato questa mattina all’Università Humbold di Berlino, dove ha tenuto un discorso dal titolo “Europa, ritorno al futuro”.
Renzi ha affrontato diversi argomenti, dalla riforma della scuola all’importanza della ricerca, fino al concetto di identità stessa. “Ricordo ancora la tensione impalpabile e il senso del miracolo alla caduta del muro. Dobbiamo dire no ai muri in Europa. Abbiamo bisogno di crescere insieme”.
“La parola che manca all’Europa impaurita di oggi è coraggio – ha detto il premier italiano. Urge una riflessione sul concetto di identità, che non è mai contro l’integrazione.L’Europa manda sonde su Marte e, allo stesso tempo, fatica ad entrare nelle periferie. Riscoprire l’identità europea è compito dei nuovi leader politici del nostro tempo”
Renzi ha avuto modo di rivolgersi direttamente agli studenti: “Voglio rendere omaggio all’esperienza della Rosa Bianca, che mi ha colpito moltissimo”.
Poi, il passaggio sulla riforma della scuola: “Vogliamo copiare dal modello tedesco e austriaco l’alternanza scuola lavoro, che ha funzionato benissimo. I giovani devono smettere di lamentarsi degli eventi esterni – ha aggiunto Renzi. La politica è sangue, è passione.” Infine, il passaggio sui cervelli in fuga. “Non sono numeri, non sono statistiche: sono disoccupati, giovani. Storie di persone”.
Prima di terminare, Matteo Renzi ha affrontato il tema del momento, la Grecia. “C’è una terza via tra l’irresponsabilità e l’austerity: è fondamentale che stia nelle discussioni delle Università. Ripensare l’Europa. Non esiste un’idea di Europa che faccia da contraltare alla Russia. E’ un crimine culturale. Oggi in un mondo che cambia così velocemente abbiamo bisogno di sentirci in un luogo confortevole, l’Europa”.
Le foto della visita di Renzi a Berlino
CI0TmtMWgAAGjwg CI0TmpKWEAAqZKz CI0Tmr4W8AAsT_J
RN

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Istat: disoccupazione stabile a Maggio, ma cresce il popolo degli sfiduciati

Next Article

Gli aforismi dei filosofi antichi come antidoto alla crisi greca

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"