Proposta di Clini per i giovani “green”

Annuncio da parte del ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, in merito agli incentivi promossi dal dicastero per l’assunzione dei giovani nel settore della green economy.

Annuncio da parte del ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, in merito agli incentivi promossi dal dicastero per l’assunzione dei giovani nel settore della green economy.

Corrado Clini ha annunciato, durante l aconferenza del Pd sull’economia verde, di avere trasmesso al Consiglio dei Ministri per l’approvazione, una misura finalizzata a sostenere con un incentivo fiscale  l’assunzione di almeno 60.000 giovani esperti nelle imprese che operano nei settori avanzati della green economy e della protezione del territorio.

La misura prevede l’applicazione di un credito di imposta alle imprese che assumono a tempo indeterminato giovani di età inferiore ai 35 anni, ( con una riserva del 30% a giovani di età inferiore a 28 anni) da impiegare nei  seguenti settori :

– Protezione del territorio, per la  prevenzione del rischio idrogeologico e sismico;
– Ricerca, sviluppo e produzione di biocarburanti di seconda e terza  generazione;
– Ricerca, sviluppo e produzione di tecnologie innovative nel solare fotovoltaico, nel solare a concentrazione, nel solare termodinamico e nella geotermia.

Le nuove assunzioni dovranno essere aggiuntive rispetto alla media totale degli addetti degli ultimi 12 mesi. Il credito di imposta copre il 40% del costo lordo salariale di ogni singolo nuovo addetto.

La stima delle minori entrate è pari a 360 milioni negli anni 2013,2014,2015.

La copertura del costo è assicurata dalla rimodulazione di risorse disponibili e non impiegate.

Il Ministro Clini ha messo in evidenza che , sulla base delle valutazioni del Ministero,  la misura tende a ripagarsi nel  breve-medio periodo ed a generare successivi effetti positivi sulla finanza pubblica.

Secondo Clini questa misura deve essere adottata come “pilota” per altre misure analoghe finalizzate alla crescita ed alla competitività dell’economia italiana.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Profumo, scuola e lavoro dentro il ministero “della persona”

Next Article

Medicina, in Svizzera resta il numero chiuso

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.