Profumo: “In Italia troppi corsi di laurea. Ha prevalso la fantasia sulla concretezza”

profumo

“Troppi corsi di laurea”. È questa l’idea del ministro Francesco Profumo, che in un’intervista a Skuola.net ha commentato il suo mandato in vista dell’imminente scadenza di governo. Le ultime polemiche in merito alle nuove date dei test per le università a numero chiuso sembrano non toccare Profumo, che chiarisce la situazione dell’Università italiana. Secondo il ministro esiste, infatti, la reale necessità che “i corsi di laurea siano chiaramente indirizzati a quelle che saranno le opportunità di lavoro, invece in questi anni ha prevalso la fantasia sulla concretezza”.

Profumo è tornato anche sulla questione dell’istruzione, e in particolare sul tema della scuola. “Il Paese ha bisogno di fare un investimento importante, ma programmato nel tempo. Paesi con economie simili alla nostra hanno percentuali di scelta sulla formazione tecnica professionale intorno al 70%, noi quest’anno per la prima volta siamo arrivati al 52% partendo dal 40% di qualche anno fa”.

Il ministro dell’Istruzione ha deciso, inoltre, di rivolgere un vero e proprio appello agli studenti: “Cercate durante la scuola di essere interessati e curiosi; solo attraverso la curiosità si può avere una continuità nell’innovazione e poter diventare cittadini del mondo”.

Nessun accenno in merito alla polemica delle date dei test, né all’imminente decreto sul diritto allo studio, tanto ostacolato dagli studenti italiani.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Tirocino da 1000 euro al Parlamento europeo

Next Article

Elezioni. Corriereuniv vi presenta Valentina La Terza, la più giovane candidata Lombarda

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.