Premio Marketing 2009: il tema è il WWF

L’ambiente entra a pieno titolo nelle aule di marketing delle facoltà italiane e incontra gli studenti universitari per una nuova sfida. Il Premio Marketing della Società Italiana Marketing (SIM), che da oltre vent’anni stimola i migliori talenti italiani in una competizione per promuovere un’importante realtà aziendale, ha scelto come caso studio 2009 il WWF, il primo nel mondo del non-profit.
Gli studenti che si cimenteranno nell’impresa dovranno elaborare entro il 31 maggio un piano di marketing per le Oasi del WWF che includa le attività di comunicazione e raccolta fondi, i servizi offerti ai visitatori, le tariffe e le politiche di branding. Il tutto nel rispetto della vocazione ambientale e didattica delle Oasi e favorendo un impatto positivo sull’economia locale.
I vincitori, nominati da una giuria composta da professori di marketing e rappresentanti del WWF, avranno accesso gratuito ad alcuni tra i principali Master in Marketing italiani, mentre per i secondi classificati è previsto uno stage in Olanda presso la direzione marketing del WWF.
Ulteriori informazioni sul premio sono consultabili sul sito www.premiomarketing.com.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ricerca, la Gelmini punta al 2%

Next Article

Decleva in corsa, modificato lo Statuto

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.