Poste Italiane: assunzioni per Laureati in Economia

Vi piacerebbe lavorare in Poste Italiane? La nota azienda che gestisce i servizi postali in Italia ha avviato nuove selezioni di personale.

Al momento, infatti, è attivo un maxi recruiting per la copertura di posti di lavoro per Laureati in Economia. Le nuove assunzioni Poste Italiane sono rivolta a giovani da inserire come Consulenti Finanziari e Commerciali, e riguardano tutto il territorio nazionale.

Ecco cosa sapere e come candidarsi all’offerta di lavoro nelle Poste.

ASSUNZIONI POSTE ITALIANE PER LAUREATI IN ECONOMICA

Poste Italiane ha aperto nuove selezioni a livello nazionale per la copertura di vari posti di lavoro per Laureati in discipline economiche. Le risorse selezionate saranno assunte mediante contratto di apprendistato per un periodo massimo di 3 anni, per essere avviati alla professione di Consulente in ambito finanziario e commerciale.

Ecco in dettaglio tutte le informazioni sulle nuove selezioni Poste Italiane e sulle prossime assunzioni per Laureati in Economia.

REQUISITI

L’offerta di lavoro Poste Italiane è rivolta a candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • laurea magistrale in Economia e Commercio, Economia Aziendale, Economia Istituzioni e Mercati Finanziari, Scienze Bancarie ed Assicurative, Economia Intermediari Finanziari, Scienze Statistiche ed altre discipline economiche;
  • aver conseguito il titolo di studio con votazione non inferiore a 102/110;
  • ottima conoscenza del Pacchetto Office.

I candidati ideali sono in grado di pianificare e organizzare la propria attività in funzione degli obiettivi commerciali. Inoltre sono capaci di relazionarsi con diverse tipologie di persone e possiedono doti di negoziazione. Non si richiede esperienza.

ATTIVITA’

I laureati selezionati potranno lavorare negli uffici postali di Poste Italiane. Si occuperanno della promozione e vendita diretta di prodotti finanziari e assicurativi del Gruppo. Dovranno sviluppare il bacino di clientela, in linea con le politiche commerciali definite ed in coerenza con le normative vigenti. Si tratta di un’ottima opportunità per i giovani che desiderano lavorare in Poste Italiane, che può rappresentare un canale di ingresso per intraprendere un nuovo percorso professionale.

SEDI DI LAVORO

Le assunzioni Poste Italiane riguarderanno varie sedi in varie regioni e province italiane.

CONTRATTO

I candidati scelti saranno assunti con contratto di apprendistato professionalizzante, della durata massima di 36 mesi (3 anni)

L’AZIENDA

Vi ricordiamo che Poste Italiane SpA è la più grande infrastruttura di servizi in Italia ed è la società che si occupa della gestione del servizio postale nel nostro Paese. E’ nata nel 1862, a Roma, come azienda autonoma che gestiva in monopolio i servizi postali e telegrafici per conto dello Stato. Oggi il Gruppo è una società per azioni con un unico socio, il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Poste Italiane conta oltre 30 milioni di clienti ed impiega più di 130mila collaboratori, in parte inseriti nella rete di quasi 13mila uffici postali situati su tutto il territorio nazionale.

COME CANDIDARSI

Gli interessati alle assunzioni Poste Italiane per Consulenti Finanziari apprendisti possono candidarsi da questa pagina web riservata alle carriere (Lavora con noi) del Gruppo, selezionando l’offerta di lavoro dedicata a giovani Laureati in Economia e inviando il cv tramite l’apposito form online.

Vi segnaliamo che l’annuncio può essere rimosso o reinserito in qualsiasi momento da Poste Italiane, in funzione delle necessità aziendali, indipendentemente dalla scadenza indicata.

Dalla pagina dedicata alle selezioni in corso del Gruppo è possibile, inoltre, prendere visione di tutte le posizioni aperte al momento e inviare la candidatura online, inserendo il curriculum vitae nel data base dell’azienda.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il digital divide pesa sugli esami universitari

Next Article

L'esibizione del coro di studenti universitari fuori sede: in video per restare tutti insieme

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.