Pose provocanti e inni alla droga su twitter, indagata una prof

Schermata 2013-01-29 a 14.06.37

Un’insegnante della scuola Cherry Creek di Aurora dovrà spiegare a tutti perché mai abbia aperto un account Twitter in cui inneggia all’uso della marijuana ed appare seminuda in alcune fotografie.

L’account in questione, CarlyCrunkBear (@crunk_bear), appartiene alla ventitreenne Carly MacKinney, insegnante di matematica, che ha ammesso pubblicamente di aver aperto la pagina con un amico.

Su Twitter, la professoressa invitava all’uso di droghe e postava foto provocanti.

La ragazza inoltre, si autodenunciava: “E’ divertente perché ho l’erba nel cofano della macchina e ho parcheggiato nei posti riservati al personale”.

E non solo.
La giovane insegnante scriveva: “invece di essere produttiva, ho trascorso il tempo a cinguettare su Twitter”.

La MacKinney si è giustificata dicendo che alcuni post sono stati pubblicati dal suo amico e non da lei in persona. Ha sostenuto, poi, di non aver mai portato droga nel campus.

Ora, però, le autorità scolastiche hanno aperto un’inchiesta e dovranno valutare se la professoressa abbia o meno violato la policy della scuola.

AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Fisciano, il sindaco dice stop ai cortei funebri, "creano caos"

Next Article

Il popolo di Twitter a Monti: "Vai a zappare la terra con B."

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"