“Poco sostegno ai docenti”, Bagnasco a “La Chiesa per la scuola”

Schermata 2013-05-03 a 11.25.08

”Una societa’ che non investa energie economiche e umane nella scuola, nella formazione e nell’innovazione, finisce per subordinare l’uomo al lavoro e al denaro, come appare in modo drammatico nella finanziarizzazione dell’economia e nella conseguente subordinazione del lavoro alla finanza, elemento che interpella fortemente l’ambito educativo”. Lo ha affermato il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, aprendo oggi a Roma il laboratorio nazionale ”La Chiesa per la scuola”.

”Lo smarrimento avvertito dalla scuola e’ causato anche dall’insufficiente sostegno delle istituzioni, come mostrano non da ultimo i tagli al personale e ai fondi stanziati per le attivita’ e la strumentazione”.

Lo ha detto il Cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Conferenza episcopale italiana, nel suo intervento al laboratorio nazionale ‘La Chiesa per la scuola’, che si tiene a Roma, presso l’Ergife Palace Hotel. ”Da qui il disagio vissuto da tanta parte degli insegnanti -ha rimarcato Bagnasco- spesso scoraggiati e disillusi perche’ scarsamente valorizzati e non pienamente riconosciuti nel loro importante e delicato compito formativo”

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Genitori ansiosi e severi favoriscono la depressione negli adolescenti

Next Article

Droga a minori direttamente in classe. Presi tre pusher

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"