Pelle trasformata in spermatozoi, una speranza contro l’infertilità maschile

Scienziati dell’Università di Pittsburgh, negli Usa, sono riusciti a trasformare cellule della pelle in spermatozoi. La tecnica completamente descritta su Cell Reports è stata realizzata con un miscuglio di sostanze chimiche che hanno in pratica riprogrammato le cellule epiteliali. Si tratta di spermatozoi ancora non in grado di fecondare.

Scienziati dell’Università di Pittsburgh, negli Usa, sono riusciti a trasformare cellule della pelle in spermatozoi. La tecnica completamente descritta su Cell Reports è stata realizzata con un miscuglio di sostanze chimiche che hanno in pratica riprogrammato le cellule epiteliali. Si tratta di spermatozoi ancora non in grado di fecondare.

La rivoluzionaria scoperta potrebbe essere di grande aiuto per i tanti uomini che a causa di infertilità non hanno possibilità di procreare.
“Lo sperma può essere conservato per future procedure di inseminazione artificiale – dichiara l’autore della ricerca Charles Easley – ma questa tecnica non aiuta alcuni pazienti, come i ragazzi colpiti da tumore in età prepubere”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Facebook ha una posta tutta nuova

Next Article

Le caricature del Rettore Frati

Related Posts
Leggi di più

Intervista al nuovo rettore di Bergamo Sergio Cavalieri: “Open campus per far riscoprire agli studenti l’Università”

Sul Pnrr: "Uscire da logiche campanilistiche. Si ai consorzi con altre università e imprese ma superare le conflittualità con progetti condivisi". E sugli obiettivi dei dipartimenti: "Le strategie d'ateneo vanno discusse all'interno dell'università e in contrattazione con il ministero e poi si definiscono gli obiettivi da intraprendere"