Pedagogista di servizi educativi presso Unimore

Ultimi giorni per presentare le domande di ammissione al Master di I livello in Pedagogista di servizi educativi per l’infanzia promosso dalla Facoltà di Scienze della Formazione dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Ultimi giorni  per presentare le domande di ammissione al Master di I livello in Pedagogista di servizi educativi per l’infanzia promosso dalla Facoltà di Scienze della Formazione dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

La scadenza per presentare la domanda di ammissione è fissata per venerdì 9 settembre 2011.

Dalla Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli studi di Modena e Reggio viene proposto Master di I livello in Pedagogista di servizi educativi per l’infanzia, rivolto a laureati in scienze dell’educazione e della formazione e in scienze tecniche e psicologiche.

Scade venerdì 9 settembre alle ore 13.30, la possibilità di consegnare la domanda di iscrizione per questo master che punta a formare la figura professionale del pedagogista-coordinatore dei servizi educativi da 0 a 6 anni: asilo nido, scuola dell’infanzia e “nuove tipologie di servizi”.

Aperto ad un massimo di 30 iscritti selezionati sulla base dei titoli il Master è organizzato su 1500 ore di attività fra studio individuale lezioni stage e lavoro di tesi ad un costo di 3000 euro pagabili in due rate.

Le richieste possono essere inoltrate esclusivamente via Internet, accedendo dalla pagina https://www.unimore.it al link servizi agli studenti> servizi informatici> sportelloESSE3 (occorre prima registrarsi nel sito tramite la voce “Registrazione”; chi si è già registrato, deve scegliere la voce “Login” e seguire questo percorso: inserire il nome utente, la password, poi, nell’Area Studente, seguire “Ammissione” – “Iscrizione” – “Master”).

Per la domanda di ammissione è previsto anche il versamento di 39,62 euro.

Per maggiori informazioni, scaricare il bando dalla pagina werb, unimore/bandi e gare

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Diventa volontario OrientaSud

Next Article

Gli indignados di Piazza NavonaAteneiinRivolta: “Noi la crisi non la paghiamo”

Related Posts
Leggi di più

Altro che tesoro! In Italia chi trova un amico… trova un lavoro

Secondo un'indagine Inapp-Plus negli ultimi dieci anni quasi un lavoratore su quattro ha trovato occupazione tramite amici, parenti o conoscenti. Solo il 9% grazie a contatti stabiliti nell'ambiente lavorativo. Un sistema che ha delle ripercussioni anche su stipendi e mansioni (al ribasso).