Omega 3: fanno bene, anzi no. La grande querrelle sugli acidi grassi

omega 3

Uno studio italiano mette in dubbio la validità degli Omega 3, gli acidi grassi estratti dai pesci, come agenti antitumorali.

Secondo l’equipe del reparto di medicina generale dell’Istituto Negri, l’utilizzo di trattamenti a base di Omega 3 su oltre 12 mila pazienti negli ultimi cinque anni non ha ridotto gli indici di ospedalizzazione nè quelli di mortalità.

Recentemente anche una ricerca americana aveva messo in dubbio la miracolosa funzione degli Omega 3, anzi, aveva evidenziato come gli acidi grassi favorissero, in alcuni casi, l’insorgere del tumore alla prostata.

D’altra parte, sembra ormai assodato che gli Omega 3 sono particolarmente utili per le donne: diversi studi, infatti, hanno dimostrato che diminuiscono il rischio di insorgenza del tumore alla mammella e dei polipi intestinali, oltre a fare bene alla vista.

Si aspettano ora nuove ricerche per far luce su un panorama ricco di prospettive, ma anche di zone d’ombra.

https://rstampa.pubblica.istruzione.it/utility/imgrs.asp?numart=25D39M&numpag=1&tipcod=0&tipimm=1&defimm=0&tipnav=1

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Roma Tre, riparte il torneo di calcio a cinque

Next Article

Casal di Principe - Carrozza: "Un asilo sui terreni di Gomorra"

Related Posts
Leggi di più

Film horror in una scuola media: studenti svenuti

È accaduto in una scuola di Cremona durante una supplenza. Proiettata la pellicola "Terrifier" vietata ai minori: gli alunni più sensibili hanno accusato malori e nausea. Lettera di protesta inviata al preside