Nuove energie per Salerno

Salerno presenta il Piano Energetico Comunale (PEC) e il progetto europeo CYBER Display.

Il 10 Marzo presso il Salone dei Marmi del comune di Salerno avrà luogo il convegno “PEC e CYBER: due strumenti per l’energia”.
L’appuntamento si colloca nella crescente attenzione a livello comunitario e nazionale verso le tematiche energetiche. La continua crescita della domanda di energia a livello mondiale, la fluttuazione dei prezzi dei combustibili e soprattutto i cambiamenti climatici indotti dal riscaldamento globale sono questioni che non interessano più solo gli ambienti scientifici, ma animano sempre più il dibattito politico, coinvolgendo media ed opinione pubblica.
Il convegno presenta due importanti progetti: il Piano Energetico Comunale di Salerno (PEC) e il progetto europeo CYBER Display.
A seguito della ratifica nel 2005 del protocollo di Kyoto, l’Europa ha posto come obiettivo la riduzione dell’8% del quantitativo di CO2 emesso in atmosfera entro il 2012. Affinché ciò sia possibile sono necessarie azioni anche a livello locale: i comuni vengono così chiamati a redigere il PEC.
Il comune di Salerno in collaborazione con un gruppo di docenti e ricercatori della Facoltà di ingegneria di Salerno e Napoli, con il coordinamento del Prof. Gianfranco Rizzo del dipartimento di ingegneria meccanica dell’università di Salerno, ha così elaborato il piano. Il convegno è un’occasione per presentare alcune delle proposte progettate come il ricorso al verde urbano, che offre benefici non solo in termini ambientali ed energetici ma anche architettonici e sociali o l’ uso delle auto di gruppo, il car pooling.
Nella seconda parte del convegno saranno presentati i risultati del progetto CYBER Display, Communicate Your Building Energy Rating, un progetto finanziato dalla Commissione Europea, che ha l’obiettivo di sostenere gli enti locali nella’attuazione di una politica di ottimizzazione dei consumi energetici e di stimolare a cambiamenti comportamentali per la tutela dell’ambiente tramite il coinvolgimento attivo dei dipendenti.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Forseti onlus, nasce la cultura dell’informatica

Next Article

Animatori polivalenti in Spagna

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).