“Nestlé needs YOUth”: opportunità di lavoro e stage per 20 mila giovani

nestlé needs youth

Nestlé lancia il programma “Nestlé needs YOUth” rivolto a giovani under 30 diplomati o laureati. Attraverso questo programma, la nota società svizzera prevede di assumere entro il 2016 almeno 10 mila giovani in tutta Europa e di offrire opportunità di stage ad altrettanti ragazzi.

Svariati i settori in cui verranno attivate le convenzioni: dal business alla produzione, fino all’amministrazione, le risorse umane, le vendite, il marketing, le finanze e i dipartimenti tecnici così come quelli di ricerca e sviluppo.

Per questa ragione possono partecipare al progetto “Nestlé needs YOUth” ragazzi con diverse specializzazioni e titoli di studio. Le selezioni sono aperte a giovani maggiori di 16 anni e al di sotto dei 30 anni.

Ci sarà spazio anche per la formazione: all’interno del programma, infatti, sarà attivato il progetto “Readiness for work”, che prevede momenti dedicati alla consulenza professionale nelle scuole e nelle Università per incontrare i giovani e offrire  consigli per un curriculum vitae efficace, per prepararsi ai colloqui di selezione e per entrare nel mondo del lavoro.

Un’occasione da non perdere: il programma partirà solo a gennaio 2014, ma già da adesso è possibile iscriversi inviando una email all’indirizzo che trovate sulla pagina dedicata a “Nestlé needs YOUth” sul sito dell’azienda.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"Mio nonno era comunista", l'ultimo lavoro di Monica Granchi

Next Article

Rifiuti fuori orario, multata un'operatrice della Federico II

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.