NATO Internship Programme 2018

Selezioni aperte a studenti universitari o neolaureati con ottima conoscenza di inglese o francese per reperire tirocinanti per l’organizzazione
L’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord (NATO) seleziona ogni anno circa 40 tirocinanti. Il programma prevede tirocini semestrali con inizio a marzo e fine a settembre.
Per partecipare alle selezioni è necessario soddisfare tutti i criteri descritti di seguito:
età: è necessario aver compiuto 21 anni
nazionalità: è necessario essere un cittadino di uno Stato membro della NATO
titolo di studio: è necessario essere uno studente universitario o un neolaureato (da meno di 12 mesi); per gli studenti è necessario aver completato con successo almeno due anni di studi post-secondari ed essere iscritti nel terzo anno
lingue: è richiesta una conoscenza ottima di almeno una delle lingue ufficiali dell’organizzazione (inglese e francese).
I tirocinanti ricevono una borsa mensile di 800 euro. Agli stagisti saranno inoltre rimborsate le spese di viaggio in occasione dell’entrata in servizio e di rientro in patria per un importo massimo di 1.200 euro. Gli stagisti manterranno le stesse ore di lavoro e gli stessi giorni festivi ufficiali degli altri membri del personale della NATO.
Le candidature, complete di lettera motivazionale e cv, devono essere inviate mediante form online sul sito dedicato entro il 18 aprile 2017.
Maggiori informazioni e bando sul sito web: https://www.nato.int/

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Tirocini retribuiti alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea

Next Article

Iran-Italy science technology & innovation forum

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.