Modernizzare l’Italia tramite l’Europa

I programmi europei per l’attuazione dell’Agenda digitale, l’introduzione dell’insegnamento dell’educazione civica e del diritto comunitario nelle scuole, l’accrescimento delle competenze linguistiche dei giovani, l’educazione al corretto utilizzo di internet nello studio sono stati i temi al centro dell’incontro tra il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo e il vicepresidente vicario del Parlamento europeo, Gianni Pittella.

Nella riunione si sono messi a fuoco alcuni dei possibili interventi di modernizzazione del sistema-paese che, in collaborazione con l’Unione europea, potranno essere varati in breve tempo per riattivare la crescita. In questa prospettiva, Profumo e Pittella hanno convenuto sul fatto che il Mezzogiorno costituisce, in questo particolare momento, la parte del Paese che può contribuire maggiormente alla promozione dello sviluppo, in termini di disponibilità finanziarie attivabili e di risorse sottoutilizzate.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Appello della Cruil per il diritto allo studio

Next Article

Salute a portata di giovani

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".