Mistery shopper per controlli nei negozi

La società International Service Check recluta mistery shopper, ovvero persone che visitando negozi e ipermercati si fingono clienti e valutano l’efficienza dei negozianti e dei lavoratori. Il mistery shopper, infatti, si comporta esattamente come un cliente normale. Fa la spesa, mangia nei ristoranti, compra oggetti, ma nel frattempo è molto attento a valutare la qualità dei prodotti, il lavoro del personale, la pulizia degli ambienti, a seconda delle richieste del cliente che vuole controllare l’efficienza dei propri punti vendita.
Ai candidati è richiesta buona memoria e capacità di essere discreto (il mistery shopper, infatti, non deve mai rivelare la sua identità, né dare a vedere la sua funzione). È necessario avere un accesso a internet e un conto corrente personale. Il compenso sarà stabilito di volta in volta in quanto comprenderà anche i rimborsi per gli acquisti e le spese.La zona di lavoro è Rieti. Per candidarsi è necessario entrare nell’area italiana del sito web www.internationalservicecheck.com e registrarsi. Inoltre per ricevere maggiori informazioni è possibile contattare l’indirizzo email [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ai box della Renault per uno stage d’eccezione

Next Article

Bari dice “no” ad Aldo Moro

Related Posts
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.