Ministro Carrozza incontra il Presidente Andisu: “Presto partirà un tavolo tecnico sul diritto allo studio”

maria chiara carrozza diritto allo studio

Il tema del diritto allo studio universitario è stato al centro dell’incontro di ieri tra il  Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Maria Chiara Carrozza e il Presidente dell’Andisu (Associazione nazionale degli organismi per il diritto allo studio universitario), Marco Moretti, che si è svolto presso la sede del Miur in viale Trastevere.

“Come abbiamo già annunciato a Firenze sabato scorso, presto ripartirà il tavolo tecnico con le Regioni per l’attuazione della legge sul diritto allo studio, che prevede un decreto attuativo sui livelli essenziali delle prestazioni – ha dichiarato il Ministro al termine dell’incontro – Il diritto allo studio rappresenta un problema nazionale che va affrontato con il contributo di tutte le Istituzioni, le Regioni,  il Governo, gli studenti”.

“Come presidente Andisu – ha sottolineato Moretti – sono soddisfatto che si porti finalmente a compimento un percorso cominciato quattro anni fa, il cui obiettivo è garantire alla più ampia platea possibile di studenti meritevoli il diritto allo studio universitario che è soprattutto un diritto di inclusione sociale”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Giuseppe Tornatore a La Sapienza per una lectio magistralis su arte e cinema

Next Article

Allarme amianto a scuola: evacuati 450 studenti, A rischio altri sette istituti nel napoletano

Related Posts
Leggi di più

Regalo di Natale al ministro Valditara: 500mila euro in più per il suo staff grazie ai tagli alla didattica

Un emendamento presentato dall'ex sottosegretario Rossano Sasso stanzia ulteriori 480mila euro per consulenti e collaboratori del Ministero dell'Istruzione. Soldi che verranno prelevati dal fondo per la didattica previsto dalla legge sulla Buona Scuola del 2015. Le opposizioni gridano allo scandalo ma da Viale Trastevere provano a gettare acqua sul fuoco: "Spese in linea con gli anni precedenti".