Milano, premio per i giovani laureati: “Condividere il valore d’impresa della città”

Milano

Milano – RobilantAssociati, società di Brand Advisory e Strategic Design, dà il via alla seconda edizione del Premio di Laurea Talent Almanack, introducendo alcune novità sostanziali rispetto allo scorso anno.

“Il progetto Talent Almanack, con il ciclo di incontri e il premio di laurea, è un’iniziativa che ci appassiona e ci coinvolge profondamente – dichiara Maurizio di Robilant, presidente e fondatore di RobilantAssociati – per la possibilità che offre alla nostra impresa di mettere a valore le risorse e il network di cui dispone, condividendoli con la città e soprattutto mettendoli a disposizione delle nuove generazioni, come strumento per riflettere sulla società che immaginano e intendono costruire per il futuro.”

È per questa ragione che, con questa nuova edizione, RobilantAssociati decide di dare un ulteriore slancio al Premio, aprendo il bando alla partecipazione degli studenti di tutta Italia e non solo delle Università di Milano.

Anche il tema “Creating Shared Value. Il Possibile circolo virtuoso tra sviluppo del business e creazione di valore sociale” a partire da quest’anno verrà declinato, ad ogni edizione, in uno specifico argomento, che permetterà di andare a scandagliare e approfondire in maniera più puntuale il ricco universo di esempi che sottende a questo mondo.

L’impresa nella sua relazione con la città è il tema individuato per l’edizione 2013-14:

“CONDIVIDERE IL VALORE D’IMPRESA CON LA CITTÀ”.

Conservare i legami con il proprio contesto cittadino e svilupparli positivamente rappresenta, nel nostro modo di vedere, un primo tassello del nuovo paradigma di creazione del valore, che trasforma la responsabilità d’impresa, intesa come “obbligo”, in una forma nuova di responsabilità da intendersi come risposta sensibile e creativa agli stimoli e ai bisogni del contesto.

L’attenzione alla città, ai suoi luoghi, a nuovi e vecchi fenomeni che essa ospita e il desiderio di contribuire concretamente alla sua trasformazione possono costituire il punto di partenza di progetti puntuali – eccellente l’esempio di Camper, il celebre brand spagnolo di calzature ha affidato il restyling di uno dei suoi store di Barcellona a un gruppo di senzatetto, i quali lo hanno rinnovato usando esclusivamente materiali di riciclo – o di veri e propri progetti imprenditoriali: è il caso di Claudio Cristofani, l’uomo che è stato definito l’imprenditore più verde di Milano, il quale ha avuto l’idea di affittare i terreni di famiglia non edificabili, per farne orti cittadini, un vero tesoro economico e sociale.

Tra i due esempi, e ben oltre essi, esistono numerose altre forme e manifestazioni della responsabilità civica d’impresa da parte di brand affermati, di realtà nate proprio dalla relazione con la città o rimodellatesi su di essa. È proprio questo variegato mosaico che intendiamo indagare attraverso il bando di quest’anno.

 

Per tutte le informazioni, rivolgersi a:

Premio di Laurea Talent Almanack – Segreteria Organizzativa

c/o Robilant Associati

Via Vigevano, 41

20144, Milano

Tel 02. 581901

E-mail. [email protected]

È possibile prendere visione del bando anche sul sito web:

www.robilant.it/it/talent-almanack

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nigeria. Terroristi attaccano una scuola: 50 studenti uccisi nel sonno

Next Article

Concorso truccato all'Università di Messina: ecco i nomi dei professori coinvolti

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.