Microsoft forma i neolaureati sul campo

Mach è il programma di training on the job, cioè di formazione e lavoro, pensato dalla Microsoft per brillanti laureati sotto i ventotto anni.
Le figure ricercate dall’azienda di Bill Gates sono brillanti, con alle spalle un buon percorso di studi, ottimo inglese e una laurea in una delle seguenti materie: Economia, Ingegneria, Informatica, Marketing o Comunicazione.
L’acronimo Mach sta ad indicare Microsoft Academy for University Hires, un progetto che punta all’inserimento nella multinazionale di giovani neolaureati, anche al primo impiego. Le destinazioni sono diverse aree aziendali: come sales, marketing e technical services.
Il programma di training on the job è uno strumento pensato per facilitare il passaggio dal mondo universitario alla vita professionale: perché concilia l’inserimento in azienda con percorsi di formazione, permettendo l’incontro tra l’esperienza lavorativa, la formazione e il supporto continuo da parte dell’azienda.
Il programma, che dura due anni, prevede l’assunzione dei partecipanti dopo i primi 12 mesi di attività. Verranno considerate anche le candidature dei laureandi.
La selezione inizierà a settembre, e i prescelti saranno inseriti da gennaio 2010. Presumibilmente nelle sedi di Roma e Milano.
Per candidarsi, collegarsi al sito internet www.microsoft.com/Italy/info/career e consultare la sezione destinata ai neolaureati.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Perdonanza, la Dama viene da Univaq

Next Article

Concorso per ridisegnare il logo di Roma

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.