Michelangelo copiò Leonardo

114555789-cf989fcb-04a4-4525-8a91-5caab7bfb01a-th

Anche i geni copiano. Sì, perché le ultime ricerche per il restauro della basilica di San Lorenzo, a Firenze confermano che Michelangelo Buonarroti avrebbe “copiato” Leonardo da Vinci per la realizzazione della sfera dorata, composta di rame, in cima alla sagrestia della cupola della chiesa fiorentina.

La scoperta rientra nel progetto di restauro dell’opera, ritirata dal pubblico dopo più di 400 anni di onorata carriera, al fine di ridarle l’antico splendore. Ora, la struttura sarà esposta a partire da marzo nelle Cappelle Medicee, all’interno della mostra “Nello splendore Mediceo. Papa Leone X e Firenze”.

Eppure anche il Vasari, nel suo celebre trattato sulle “Vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori italiani”, aveva commesso un errore, parlando dell’opera in questione come “una palla a 72 facce”. In realtà, quello di Michelangelo era un lavoro molto più complesso. E tra i disegni usati dal Buonarroti ci furono 60 immagini di Leonardo. Da qui l’ispirazione fatale.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Aperte le selezioni per Disneyland Paris

Next Article

Il pensiero acritico: la malattia delle giovani generazioni 2.0

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".