Meredith, processo da rifare

Schermata 2013-03-26 a 10.41.17

Annullate le assoluzioni accordate in appello ad Amanda Knox e Raffaele Sollecito per l’omicidio della studentessa inglese, ora la parola passera’ alla Corte d’Assise d’Appello di Firenze. In particolare, nell’appello bis i giudici dovranno riconsiderare le accuse di omicidio e andra’ rivista anche l’accusa di calunnia nei confronti di Lumumba ai danni di Amanda in collegamento con l’omicidio della studentessa. La calunnia, beninteso, ai danni della Knox e’ stata confermata (condanna a tre anni) ma i giudici di Appello dovranno rivederla non come accusa a se stante ma in collegamento con l’omicidio.

LA LUNGA STORIA

In Inghilterra nella chiesa di St John Baptist di Croydon, a sud di Londra non lontano da dove viveva con la famiglia, vengono celebrati i funerali di Meredith Kercher in forma strettamente privata. Ad officiarli il vice-parroco, il reverendo Colin Boswell, che era stato anche cappellano nell’ex scuola Old Palace School che Mez aveva frequentato. Le spoglie erano tornate in Inghilterra gia’ da meta’ novembre ma gli avvocati degli arrestati avevano chiesto una seconda autopsia, poi negata dal gip che aveva dato il via libera per i funerali. -16 febbraio 2008: Raffaele Sollecito si laurea in informatica nel carcere perugino di Capanne. Lo stesso giorno Patrick Lumumba riapre il suo pub Le Chic. Inizialmente affollato di curiosi che volevano vedere Lumumba da vicino e il locale in cui lavorava Amanda Knox viene definitivamente chiuso dopo poco tempo. -01 aprile 2008: La Corte di Cassazione respinge i ricorsi di Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudy Hermann Guede contro la misura della custodia cautelare in carcere. Per tutti e tre la risposta e’ la stessa: devono rimanere dove sono perche’ sussistono il pericolo di fuga, di inquinamento di prove e di reiterazione del reato.

Raffaele Sollecito: arrestato insieme alla sua ex fidanzata Amanda Knox per l’omicidio di Meredith Kercher, si e’ sempre dichiarato innocente. Sollecito, nato a Bari il 26 marzo del 1984, si iscrive all’universita’ di Perugia nel 2003 e si laurea in informatica in carcere perche’ avrebbe dovuto discutere la sua tesi pochi giorni dopo il suo arresto nel novembre del 2007. Raffaele Sollecito aveva conosciuto Amanda Knox pochi giorni prima dell’omicidio di Meredith Kercher ad un concerto di musica classica.

Tra i due era nata una storia d’amore che finisce dopo gli arresti. Raffaele Sollecito viveva in un piccolo appartamento in corso Garibaldi, vicino alla casa del delitto e vicino all’appartamento di Rudy Hermann Guede dove lui e Amanda dicono di aver trascorso la notte dell’omicidio. Sollecito in un primo momento detenuto nel carcere di Perugia, viene poi trasferito a Terni, da cui esce il 3 ottobre 2011 dopo la sentenza di assoluzione pronunciata dalla corte d’assise d’appello di Perugia. Sollecito e’ iscritto al corso di laurea specialistica in realta’ virtuale all’Universita’ di Verona, citta’ in cui attualmente vive. Anche Sollecito ha scritto un libro per ora uscito solo negli Stati Uniti. Rudy Hermann Guede: e’ stato condannato a 16 anni con sentenza passata in giudicato per l’omicidio di Meredith Kercher in concorso con Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Rudy Guede e’nato il 26 dicembre del 1986 ad Agou, in Costa d’Avorio. Arriva in Italia all’eta’ di sei anni insieme al padre, Roger Guede, muratore.

Alla scuola elementare si fa voler bene dalle insegnanti e dai genitori dei suoi compagni che, per la sua storia difficile, a turno, lo ospitano a casa loro. Sono le stesse insegnanti perugine che lo iscrivono a calcio, anche se ben presto scoprira’ che la sua vera passione e’ il basket. Non finisce le suole superiori. Per un periodo di tempo si trasferisce da una zia a Lecco. Poi, a 17 anni, viene affidato a una nota famiglia di Perugia, continua a coltivare la passione del basket e trova un lavoro part time in una pizzeria. I rapporti con la famiglia adottiva si deteriorano e Guede lascia l’Umbria. Trascorre del tempo tra Lecco, Pavia e Milano. A Perugia fa ritorno nel 2007, quando prende in affitto un appartamento in via del Canerino. Sempre ad ottobre, tramite gli studenti che vivono nell’appartamento sotto la casa del delitto, conosce Amanda Knox e Meredith Kercher. Dopo l’omicidio scappa in Germania dove viene arrestato il 20 novembre 2007. Rudy sceglie il processo abbreviato, in primo grado lo condannano a 30 anni che diventano 16 in appello con le attenuanti.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cervelli in fuga? 30mila ogni anno

Next Article

Papa Francesco e la nuova Chiesa. Al via il nostro sondaggio

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"