Maturità 2018, l'Alternanza scuola-lavoro non è più obbligatoria per l'ammissione

Novità per l’alternanza scuola/lavoro, almeno per l’anno scolastico in corso. Le 400 ore minime di formazione negli istituti tecnici e professionali, almeno 200 ore nei licei, sono un obbligo per le scuole, ma, almeno per l’anno scolastico 2017-2018, non per gli studenti.
Gli studenti delle classi quinte potranno sedersi all’esame di maturità anche se non hanno svolto l’intero monte ore minimo di alternanza previsto dalla legge 107. 
La precisazione è contenuta in una nota del ministero dell’Istruzione inviata a tutti gli Uffici scolastici regionali e alle scuole in vista degli scrutini di giugno, che conferma la linea rigorosa per la prossima maturità, nel 2018/2019.
Il prossimo anno scolastico, infatti, l’alternanza peserà come requisito d’ammissione all’esame di Stato, e bisognerà pertanto svolgerla da parte di tutti gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole superiori-
La deroga, almeno quest’anno, al tetto orario di alternanza previsto dalla legge 107 è spiegata, secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, con la necessità di non sbarrare la strada alla maturità agli studenti ripetenti l’ultimo anno (che non hanno quindi potuto fare formazione nel biennio precedente).
 
SFOGLIA LA NOSTRA GUIDA ALLA MATURITA’ 2018 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di venerdì 27 aprile

Next Article

Bullismo, studente pestato dal branco ai Parioli di Roma

Related Posts
Leggi di più

Docenti poco rispettati dagli studenti? “È soprattutto colpa dei genitori”

Un sondaggio di Swg per la Gilda Insegnanti prova a capire la cause che hanno portato alla perdita di autorevolezza della figura dell'insegnante. Per la maggioranza degli intervistati la causa principale è lo screditamento della figura del prof messo in atto dai genitori degli studenti con continue interferenze nell'ambito didattico.