Maturandi, ecco come si svolgerà la seconda prova

Schermata 2013-06-04 a 10.08.08

INTRODUZIONE – Il ghiaccio, oramai, s’è rotto. L’emozione del primo giorno è passata. Ora tocca concentrarsi sulle materie specifiche che hanno caratterizzato il vostro percorso negli ultimi cinque anni. Dal latino alla matematica, dall’economia aziendale alla lingua straniera: non cadete sui vostri cavalli di battaglia.

Liceo Classico: LATINO

Commissario Esterno

La prova di Latino consiste nella traduzione di una versione in 4 ore di tempo. È concesso l’uso di un dizionario. L’autore della versione fa parte sicuramente del materiale didattico studiato durante l’anno: non escludere, comunque, quelli trattati negli anni precedenti.
CONSIGLI: I prof consigliano di non temere la versione: “E’ un momento come i tanti passati a casa o in classe. È fondamentale non tuffarsi immediatamente nel dizionario. Cominciate con una bella lettura del testo, frase per frase. Nel 2010 a uscire fu Platone, nel 2011 è toccato a Seneca, nel 2012 ad Aristotele. Occhio quindi agli autori precedenti e fate i vostri calcoli. Senza esagerare.

Liceo Scientifico: MATEMATICA

Commissario Esterno

6 ore a disposizione, 5 quesiti a cui rispondere e un problema da risolvere. La prova di matematica è il cavallo di battaglia degli studenti iscritti allo scientifico. Non confidate troppo nelle vostre capacità: attenzione alla distribuzione del tempo e alle capacità di calcolo. Ragionate bene prima di impostare la vostra soluzione pratica, con particolare attenzione ai calcoli anche più banali. Sono 10 i quesiti proposti: dovrai rispondere solo a 5. Vengono forniti due problemi: uno verte sulle funzioni, l’altro – solitamente – su temi più svariati. È possibile utilizzare la calcolatrice.
CONSIGLI: I professori consigliano di fare più esercizi possibile, senza fossilizzarsi su una difficoltà in particolare. Andate avanti nello svolgimento senza bloccarvi. Nel 2012 sono usciti due problemi relativi alle funzioni e 10 quesiti su funzioni, equazioni e geometria.

LICEO LINGUISTICO: LINGUA SRANIERA

Commissario Esterno

La seconda prova del liceo linguistico ha una durata massima di 6 ore. Occorre impostare un testo nella lingua straniera di riferimento, partendo dalle tre tracce proposte dalla commissione, oppure nella comprensione e produzione di un testo in lingua. Occhio all’attualità: molto spesso le tracce proposte riguardano tematiche del momento. Tenete sotto controllo anche gli autori studiati durante gli anni trascorsi. C’è la possibilità di utilizzare un dizionario monolingue o bilingue.
CONSIGLI: I prof consigliano di non utilizzare termini di cui non si conosce il significato: si riesce immediatamente a capire la preparazione di una persona già a partire dalla sua proprietà di linguaggio delle prime righe. Gli esaminatori riescono a capire subito i termini fuori contesto. Nel 2011 le tracce si riferivano alla descrizione di un’opera particolarmente amata, all’occupazione femminile e all’incidente nucleare di Fukushima. L’anno scorso, invece, le tre tematiche riguardavano i classici del Novecento, i beni culturali e le smart city.

LICEO ARTISTICO: DISEGNO GEOMETRICO, PROSPETTIVA, ARCHITETTURA

Commissario Esterno

La seconda prova dell’esame di maturità per gli studenti del Liceo Artistico ha una durata massima di 3 giorni, divisi per 6 ore ogni giorno. I maturandi in questo arco di tempo devono realizzare un disegno geometrico, un elaborato di prospettiva o di architettura sulla base delle metodologie e delle esperienze durante gli studi. Solitamente il compito riguarda l’utilizzo di una tecnica precisa oppure può basarsi su in progetto che gli studenti devono portare avanti.
CONSIGLI: I prof consigliano di non strafare: è giusto metterci del vostro ma rispettate sempre quanto indicato nella traccia della prova. L’anno scorso l’esame verteva su una figura disegnata.

LICEO PEDAGOGICO: PEDAGOGIA

Commissario Esterno

La prova ha una durata di 4 o 5 ore: il candidato deve scegliere di sviluppare due tra le tracce proposte, da sviluppare integralmente in modo tale da produrre un solo elaborato.
CONSIGLI: I prof consigliano di leggere con attenzione le tracce: perdere 10 minuti non pesa tanto, ma serve per impostare al meglio il lavoro. Nel 2011 le tracce riguardavano “Linee fondamentali del metodo montessoriano, funzione del maestro nella pedagogia montessoriana e pedagogia scientifica. L’anno scorso, invece, le tracce riguardavano il commento a una lettere di Aristotele sull’educazione, riflessione sul pensiero di Pascal, il metodo di Cartesio, riflessione sul testo di Francesco Alberoni e, infine, commento all’opera di Maria Montessori “La scoperta del bambino”.

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE: ECONOMIA AZIENDALE

La prova dura 6 ore e si  divide nella parte pratica e quella teorica. Contabilità e bilancio sono il pane quotidiano degli studenti di ragioneria: non ci dovrebbero essere particolari problemi per chi ha avuto a che fare con la materia durante tutti gli anni scolastici. È possibile consultare il Codice Civile ed usare la calcolatrice.
CONSIGLI: I prof consigliano di fare affidamenti su voi stessi: copiare è inutile, come spiegherete in commissione un calcolo errato che viene dal nulla? La prova del 2011 chiedeva agli studenti di redigere lo Stato patrimoniale e il Conto economico del bilancio al 31/12/2010 di Alfa Spa impresa industriale.

ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI: TECNOLOGIA DELLE COSTRUZIONI

La prova di tecnologia delle costruzioni consiste nella realizzazione di un progetto seguendo le indicazioni fornite dalla commissione. L’esame ha una durata massima di 7 ore: dall’aula non si potrà uscire prima che ne siano trascorse tre. È possibile utilizzare manuali tecnici e calcolatrici non programmabili durante la prova.
CONSIGLI: I prof consigliano di ripassare quanto studiato durante l’ultimo anno.

Istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione: Alimenti e alimentazione

La seconda prova per gli studenti dell’istituto alberghiero consiste in uno scritto sule tematiche inerenti agli alimenti e all’alimentazione. Avete a disposizione 6 ore di tempo. Vi consigliamo di partire da un tema specifico per poi sviluppare in seguito due tematiche a scelta tra quelle proposte. È permesso consultare il Codice Civile non commentato.
CONSIGLI: I professori consigliano di prepararsi in particolare sul tema della conservazione degli alimenti. Nel 2011 uscì la tematica relativa alla frase “Siamo quello che mangiamo”. L’anno scorso, invece, il candidato era tenuto a descrivere come dovrebbe variare la dieta nelle diverse condizioni fisiologiche della vita.

ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO: LINGUA STRANIERA

La prova ha una durata massima di sei ore, nelle quali il candidato dovrà produrre un elaborato di tecnica turistica in lingua straniera. È possibile utilizzare sia il dizionario monolingua che bilingue. È una prova, questa, davvero interessante perché dà allo studente la possibilità di esprimere le sue conoscenze a 360°.
CONSIGLI: I prof consigliano di evitare vocaboli presi dal dizionario senza un criterio preciso, si rischierebbe di alterare l’elaborato anche dal punto di vista tecnico. Negli ultimi anni le due tracce riguardavano l’analisi delle tipologie di turismo e una proposta imprenditoriale. Nel 2012, invece, le due tracce riguardavano l’iPhone come strumento di marketing e i viaggi da sogno.

ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI SOCIALI: PSICOLOGIA GENERALE E APPLICATA

Anche in questo caso la prova ha una durata massima di 6 ore. Il candidato deve procedere all’elaborazione di un tema a scelta tra le 3 tracce proposte. Occorre analizzare il fatto e rispondere ad alcuni quesiti che portino successivamente alla soluzione. È consentito l’uso del dizionario di italiano. Questo tipo di prova mette lo studente di fronte alla risoluzione concreta di un problema attuale. Negli anni passati si sono affrontati problemi reali quale il bullismo e il rapporto tra individuo e società. CONSIGLI: Occhio anche a tematiche quali famiglia e anziani, aggressività e rapporto con la crescita.

ISTITUTO PROFESSIONALE PER TECNICO DELLE INDUSTRIE MECCANICHE: MACCHINE A FLUIDO

Nella prova di Macchine a fluido si chiede al candidato di svolgere l’esercizio proposto, accompagnando il calcolo con considerazione tecniche personali coerenti alla prova svolta. La prova dura 6 ore ma non è consentito uscire dall’aula prima che ne siano trascorse tre. È consentito l’uso di tavole numeriche, manuali tecnici e calcolatrici non programmabili.
CONSIGLI: Fate tanti esercizi: solo così è possibile capire le proprie lacune e cercare di recuperarle in breve tempo. I prof consigliano di ripassare molto classificazione delle macchine, caratteristica e andamento del fluido, moto di scambio di energia e velocità.

 

 

 

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cercasi animatori per il museo della scienza

Next Article

L'e-book a scuola può attendere

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"