Marc de Montalembert: segui la tua vocazione

La borsa Marc de Montalembert viene assegnata a un giovane (della regione mediterranea) per realizzare un progetto culturale.

La borsa viene assegnata dalla Fondazione Marc de Montalembert a un giovane (della regione mediterranea) per realizzare un progetto culturale. Il candidato deve presentare un progetto su un tema a sua scelta, orientato alla scoperta o all’approfondimento culturale, che corrisponda alla sua personale vocazione. Qualunque sia il suo grado di scolarità o la sua formazione, il candidato dovrà avere già sperimentato, anche parzialmente, la propria vocazione.
Inoltre, per incoraggiare il dialogo interculturale nel Mediterraneo, la Fondazione ospita nella sua sede di Rodi, in Grecia, incontri e seminari su temi culturali propri alla regione. Nella stessa sede, la Fondazione può ricevere artisti o studiosi per brevi soggiorni.
La Fondazione istituita in memoria di Marc (1972-1993) si propone di incoraggiare l’apertura e il dialogo interculturale tra le giovani generazioni nei paesi dell’area mediterranea.
Nel quadro dell’argomento prescelto, il progetto del candidato deve prevedere un viaggio al di fuori del proprio paese, viaggio che gli farà conoscere altre culture del Mediterraneo, osservando concordanze e differenze del patrimonio culturale comune: invenzione di nuove forme e di nuovi messaggi; in sostanza tutto ciò che consente di apprezzare meglio le diversità culturali e di incoraggiare il rispetto delle differenze.
Il progetto dovrà produrre un elaborato originale, che sarà il risultato delle conoscenze e dell’esperienza acquisite nel corso del viaggio e sarà reso in una forma  scelta del candidato, che ne consenta  la pubblicazione e diffusione. Se lo desidera, il borsista potrà redigere la sua testimonianza a Rodi, presso la Fondation Marc de Montalembert che potrà ospitarlo per un periodo non eccedente i sei mesi.
L’importo è di 7000 euro e la candidata deve avere meno di 30 anni.
Il vincitore dovrà presentare il risultato del suo progetto, con la relativa elaborazione, il 25 aprile dell’anno successivo. Valutata la qualità del lavoro, la Fondazione potrà considerare la possibilità di aiutarne la pubblicazione.
Fino ad oggi, sono state assegnate 19 borse per la realizzazione di progetti nel campo della scrittura, dell’architettura, della fotografia, della pittura, della musica e del canto, della storia dell’arte, dell’etnografia.
La data limite per l’invio delle candidature al  è il 31 dicembre 2010.
Per ulteriore informazioni, scaricare il bando sul sito della fondazione Marc de Montalembert

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Master in International Tourism and Hospitality Management

Next Article

Oxford e Cambridge, aumentano le rette annuali

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.