Londra: un biglietto solo andata per un futuro migliore

londra-grande-1.jpgStudiare a Londra è il sogno di molti studenti usciti dalle scuole superiori italiane. Questa città multiculturale, considerata da molti la capitale dell’Europa, attira ogni anno milioni di studenti. Molti decidono di affrontare questa sfida per mettersi alla prova e per vivere un’esperienza unica in questa città dinamica, creativa e piena di vitalità. La vivono come un’opportunità sia dal punto di vista accademico che dal punto di vista di crescita personale e lavorativa.
Tuttavia, se si chiede agli studenti italiani a Londra il motivo vero per il quale hanno deciso di portare avanti la propria formazione in Inghilterra, si riceverà quasi sempre una risposta alquanto sorprendente: il curriculum vitae ne guadagna.
Anche se questa motivazione può sembrare superficiale o futile, nasconde una profonda verità. In Italia la stima di disoccupati a fine 2010 è di 1,124 milioni disoccupati in più rispetto al 2007, con un tasso di disoccupazione di 10,5%. Come in molti altri paesi, i lavoratori con contratti temporanei ed atipici subiscono gran parte dell’ aggiustamento.
Tenendo conto di queste previsioni è comprensibile che un giovane studente non voglia lasciare nulla di
intentato. Se una laurea inglese aumenta le possibilità di carriera e di un futuro migliore, perché non affrontare questa sfida e avventurarsi nel sistemauniversitario britannico?
Una volta inoltrati nelle università inglesi, gli studenti italiani iniziano poi ad apprezzarne il sistema di insegnamento e di studio nordico.
Un sondaggio commissionato dalla University of Westminster di Londra mostra che l’aspetto apprezzato maggiormente dagli studenti italiani nelle università londinesi è l’approccio pratico alle materie. Abituati a studiare solamente sui libri, gli studenti rimangono affascinati dal metodo pratico inglese ricco di simulazioni,
workshop, presentazioni e dibattiti.
Questo metodo di studio permette agli studenti che vivono quest’avventura inglese di affrontare il mondo del lavoro in maniera adeguata e con qualifiche in pù rispetto agli studenti laureati in Italia. Essi termineranno il loro percorso formativo avendo più probabilità di ottenere il posto di lavoro che desiderano.
Venire a Londra a studiare è stata la scelta migliore che io potessi fare- dichiara la laureanda Alessandra D’Itria. Oltre a farmi conoscere una metropoli internazionale come Londra, ha anche permesso di prepararmi nel migliore dei modi almondo del lavoro.
Per chi cerca il trampolino giusto per il futuro e il percorso lavorativo sognato, le università inglesi sono sicuramente la scelta corretta.
Claudia Di Stefano  – University of Westminster

Total
0
Shares
2 comments
Lascia un commento
Previous Article

Italiano in Australia

Next Article

Conad assumemolti i profili disponibili

Related Posts
Leggi di più

Napoli, nasce la Scuola dei Maestri di Strada

È un progetto sociale che mette alla prova il contratto fra le generazioni. L'inclusione sociale implica un cambiamento dell'intera struttura sociale", spiega Cesare Moreno, presidente di Maestri di Strada onlus.