Locazioni per studenti

Federico II, Camera di Commercio e Borsa Immobiliare per la locazione dei giovani

Locazioni studenti: trasparenza, legalità e fiscalità. Nuove opportunità e servizi” è il titolo del seminario nato dalla collaborazione tra Università Federico II, Camera di Commercio di Napoli e Borsa Immobiliare di Napoli e che si svolgerà martedì 12 luglio dalle ore 11.30 presso la Camera di Commercio.

A fare i saluti introduttivi: Maurizio Maddaloni Presidente C.C.I.A.A. di Napoli, Massimo Marrelli Rettore della Federico II e Clemente M. del Gaudio Presidente Borsa Immobiliare di Napoli. Seguiranno gli interventi di: Giovanni Adelfi A.D. Borsa Immobiliare di Napoli, Laura Fucci Coordinatrice del Progetto Erasmus di Ateneo, Sergio D’Angelo Assessore Politiche Sociali e dell’Immigrazione Comune di Napoli, Caterina Miraglia Assessore regionale all’Istruzione e Edilizia scolastica, Luigi Matera Segretario Gen. ADICONSUM Campania, Paolo Carrino Pres. Commissione Real Estate – ODCEC. Le conclusioni saranno affidate a: Mario Condò de Satriano Presidente prov. FIAIP, Saverio Iaccarino Presidente prov. FIMAA ed infine Francesco Testa Presidente del Consiglio degli Studenti di Ateneo.

Con l’occasione sarà presentato il nuovo portale della Borsa Immobiliare di Napoli, società Unipersonale della CCIAA di Napoli:
www.bincasestudenti.it

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il caso Confindustria, un laboratorio

Next Article

Indirizzo email per la sicurezza digitale

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.
Leggi di più

Lavorare dopo la maturità? Ce la fa solo il 38% dei diplomati. Strada in discesa solo per chi ha fatto il “tecnico” o il “professionale”

Un'indagine del Ministero dell'Istruzione e del dicastero del Lavoro fotografa la situazione lavorativa degli studenti dopo la fine dell'esame di maturità: solo il 38,5% dei ragazzi che si sono diplomati nel 2019 è riuscito a trovare un lavoro negli anni successivi. Numeri più confortanti per chi è uscito da un istituto tecnico o commerciale: uno diplomato su due già lavora.