Le 500 “professioni verdi” che nessuno prepara

professioni verdi

 

Quali sono le professioni verdi che il mercato richiede di più? Ma soprattutto quante di queste professioni vengono debitamente preparate all’interno delle scuole e delle Università?

Il recente rapporto Green Italy 2013, proposto da Unioncamere e fondazione Symbola traccia una mappa dei profili professionali più richiesti dalle imprese green. Ma scoprire quali siano i percorsi formativi che portano i ragazzi a specializzarsi in un settore tanto innovativo quanto poco conosciuto è impresa tutt’altro che facile.

https://rassegnastampa.unipi.it/rassegna/archivio/2013/11/25SB21067.PDF

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Maturità sprint, il liceo si accorcia: solo quattro anni per il diploma

Next Article

Il metodo Stamina testato negli Usa

Related Posts
Leggi di più

Lavorare dopo la maturità? Ce la fa solo il 38% dei diplomati. Strada in discesa solo per chi ha fatto il “tecnico” o il “professionale”

Un'indagine del Ministero dell'Istruzione e del dicastero del Lavoro fotografa la situazione lavorativa degli studenti dopo la fine dell'esame di maturità: solo il 38,5% dei ragazzi che si sono diplomati nel 2019 è riuscito a trovare un lavoro negli anni successivi. Numeri più confortanti per chi è uscito da un istituto tecnico o commerciale: uno diplomato su due già lavora.
Leggi di più

Mai avvolgerla nella plastica o tenerla in tasca: ecco i consigli degli esperti per l’utilizzo della Ffp2: “Se non riceve umidità può durare fino a 40 ore”

Obbligatoria per viaggiare sui mezzi di trasporto e necessaria anche per seguire le lezioni in classe o andare al cinema: la mascherina Ffp2 è uno strumento con il quale stiamo familiarizzando sempre di più in queste settimane. Conservarla correttamente è indispensabile per poterla utilizzare per più di un giorno. "Mai indossarla sopra a una chirurgica".