Laureato pulisce i bagni. L’ennesimo titolo di studio finisce su e-bay

Schermata 2013-02-20 a 12.43.56

“La pergamena, finemente decorata, può essere arrotolata per costruire un binocolo con cui guardare le stelle nelle notti in cui noi facciamo i camerieri, o di giorno mentre fate visita nei negozi in cui lavoriamo come commessi”.
Ha 26 anni e vende la sua laurea su e-bay – “causa inutilizzo”. Si chiama Giorgio Tedone ed è laureato in Scienze Politiche, ma nella vita non ha mai avuto modo di far valere la sua laurea.

“Lavoravo come cameriere, anzi, prima di arrivare ai tavoli pulivo i bagni. A Roma, ho fatto l’attacchino, volantinaggio, il contabile per i condomini, poi, dopo Londra, la scorsa estate mi sono laureato. Ho vinto una borsa di studio a Torino e da sei mesi lavoro in un’agenzia di comunicazione. Il 23 febbraio mi scade il contratto. Dopo? Non lo so proprio”, ha raccontato.

Come tanti giovani italiani, Giorgio è riuscito a mantenersi e a fare anche esperienze importanti, frequentando anche un master a Londra. Ora, però, non accende il riscaldamento per risparmiare.
Indossa il maglione e taglia al massimo gli sprechi.

“Quando eravamo piccoli, ci avete insegnato a inseguire questo sogno e adesso che facciamo finta di essere grandi, anche noi ve lo vendiamo”, ha scritto nell’annuncio.

AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Feltri su Giannino: "E' un pazzo millantatore"

Next Article

Crotone, 8 ragazzini tentano di dare fuoco alla scuola

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.