Laureati in lingue, il Parlamento europeo vi cerca

Schermata 2013-01-23 a 17.06.38

Vuoi diventare traduttore? Il Parlamento Europeo offre la possibilità di partecipare a tirocini retribuiti, con paga che supera i mille euro al mese. L’opportunità è rivolta a tutti i giovani che abbiano conseguito una laurea in lingue o che siano in possesso di un attestato equipollente.

L’obiettivo è quello di mettere in pratica le conoscenze acquisite durante il percorso di studi, avvicinandosi al vero centro della vita politica europea. I tirocini sono rivolti ai cittadini di uno stato membro o di un paese candidato all’adesione (Croazia, Islanda, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro o Turchia) con la conoscenza minima di due lingue straniere.

La durata complessiva di ogni tirocinio sarà di tre mesi a partire dal 1 luglio 2013, con possibilità di proroga per una durata di sei mesi. Per partecipare è necessario inviare la domanda di iscrizione entro il 15 febbraio, seguendo le istruzioni alla pagina https://www.europarl.europa.eu/aboutparliament/en/007cecd1cc/Traineeships.html

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Senza laurea ma con un padre ex presidente, insegnerà diritto all'università

Next Article

Un sito per gli under 30 e contro la clandestinità, il progetto della vedova di Steve Jobs

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.