La Rassegna stampa di mercoledì 29 aprile

Scuola, Università e Ricerca. Ecco le principali notizie sui quotidiani italiani di oggi. Al centro dell’attenzione c’è ancora una volta la riforma sulla scuola.
Il Sole 24Ore si concentra sull’approvazione dell’articolo 2 in commissione alla Camera: “Le scuole sceglieranno il numero di docenti”.
La Nazione riporta la notizie della manifestazione di ieri in centro a Firenze, dove un corteo di 500 insegnanti ha raggiunto piazza Duomo con in mano, simbolicamente, pile accese, per protestare contro la buona scuola.
La Repubblica ospita una lettera interessante di Maurizio Muraglia sul tema delle proteste: “La Buona scuola non mi piace, ma neppure certe proteste”.
Il Tirreno racconta la storia di Elda, che, a 92 anni, sale in cattedra per raccontare agli studenti com’era la scuola del suo tempo.
Ma ancora: la polemica tra Francia e Germania sulla decisione di Hollande di cancellare le classi bilingue, le idee vincenti degli innovatori trentenni, i bambini che raccontano le loro storie in “braille”, l’Italia che si piazza ottava nella classifica QS, con 35 atenei che conquistano 246 posizioni nelle varie classifiche. In Europa ha fatto meglio solo la Germania.
Leggi e scarica la rassegna stampa di oggi Rassegna stampa 29 aprile

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ricercatori dell'Università di Bari scoprono proteina killer causa del diabete alimentare

Next Article

Scuola, il Miur presenta la piattaforma per l'autovalutazione degli istituti

Related Posts
Leggi di più

Picchiavano i compagni di classe e postavano i video su Telegram: sei bulli finiscono in manette. “Violenze anche davanti ai professori”

Indagine dei carabinieri in provincia di Milano che ha portato all'arresto di sei studenti di un'istituto superiore accusati di violenze e maltrattamenti nei confronti dei loro compagni di classe. I video delle violenze venivano postate sulle chat di Telegram dove in pochi giorni hanno raggiunto le 100mila visualizzazioni. I pestaggi avvenivano addirittura in aula sotto gli occhi dei docenti.