La rassegna stampa di mercoledì 08 luglio

Scuola, Università Ricerca: le notizie della giornata, selezionate per voi dalla redazione di CorriereUniv.
Il Corriere della Sera – Scuola alla stretta finale. I sindacati avvertono: a settembre sarà il caos – Oggi l’approvazione del tanto discusso DDL sulla scuola. In piazza scendono docenti e sindacati che avvertono: impossibile rispettare questi numeri entro settembre. Al suono della prima campanella, la scuola cadrà nel caos.
Avvenire – Renzi, tappa al Cern: “Riforme vanno fatte col machete” – Il presidente del Consiglio ieri a Ginevra, nei laboratori del Cern, ha spiegato come il Governo non sia disposto a rallentare il suo piano sulle Riforme e ha indicato anche all’Europa la via da seguire.
Italia Oggi – Sulle scuole, lavori entro tre anni – Non solo più sicure, ma anche più efficienti dal punto di vista energetico: il programma degli interventi sulle scuole italiane prevede lavori a strettissimo giro di posta per rendere moderni e sostenibili i fatiscenti edifici scolastici.
Oggi – Compiti per le vacanze: sono davvero utili? – L’intervista alla psicoterapeuta fondatrice del Movimento bambino torna sul dibattito sempre accesso a proposito dell’utilità dei compiti assegnati durante le vacanze estive.
La Stampa – Valutazione degli Atenei nei concorsi Il governo pronto alla retromarcia – Verrà ritirato dal Governo l’emendamento che prevede di considerare anche l’Ateneo di provenienza nel punteggio dei concorsi pubblici. Dopo il polverone di polemiche sollevato dalla proposta, l’esecutivo è pronto a fare il mea culpa.
Corriere della sera – Dalle onde del mare energia elettrica per un paese di tremila persone – Il progetto nato dalla collaborazione tra Enea e Politecnico di Torino proverà a ricavare energia elettrica pulita sfruttando il moto ondoso e fornirà corrente a un paesino di 3 mila anime.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Educazione sessuale, gli studenti: "L'Italia impari la lezione dal Colorado"

Next Article

GIMBE: 300 borse di studio da 800 euro per giovani medici e infermieri

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"