GIMBE: 300 borse di studio da 800 euro per giovani medici e infermieri

La Fondazione GIMBE ha previsto una terza edizione del bando per l’erogazione di 30 borse di studio, ciascuna del valore di € 800,00, destinate a laureati in Medicina e Chirurgia e Professioni Sanitarie e a specializzandi.
Le borse di studio, interamente sostenute dalla Fondazione GIMBE, sono da intendersi a esclusiva copertura della quota di partecipazione al corso di formazione “Evidence-based Practice”, che permette di acquisire l’EBP core curriculum, set di conoscenze, attitudini e skills certificato dall’EU-EBM Unity Project. Il corso si svolgerà a Bologna presso il Royal Hotel Carlton il 20-21-22-23 gennaio 2016.
Le borse sono destinate a laureati in Medicina e Chirurgia; Professioni sanitarie infermieristiche e professione sanitaria ostetrica (1° livello); Professioni sanitarie della riabilitazione (1° livello); ma anche a studenti iscritti alle Scuole di Specializzazione e ai corsi di laurea magistrale delle professioni sanitarie individuati nel bando.
Alla scadenza del bando i candidati dovranno possedere i seguenti requisiti: laurea conseguita da non oltre 24 mesi in LM41, 46/S, L-SNT/1 o L-SNT/2, oppure iscrizione a LM/SNT1, LM/SNT2 o a SSM (Allegato 1); non essere titolari di un contratto di lavoro dipendente a tempo determinato o indeterminato presso una struttura pubblica o privata del Servizio Sanitario Nazionale; avere età non superiore a: 1) 32 anni compiuti per  i laureati ai corsi LM-41 e 46/S o gli iscritti a SSM  2) 26 anni compiuti per i laureati ai corsi L-SNT/1, L-SNT/2 gli iscritti ai corsi LM-SNT/1, LM-SNT/2; possedere la conoscenza dell’inglese scientifico, finalizzato alla lettura, traduzione e sintesi di articoli e alla ricerca bibliografica su banche dati internazionali.
Maggiori informazioni, il bando e il form per la candidatura possono essere trovati sul sito ufficiale di GIMBE – Evidence for Health.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di mercoledì 08 luglio

Next Article

#booksnotbullets - La campagna di Malala per i suoi 18 anni: "I governi investano in libri, non in proiettili"

Related Posts
Leggi di più

Il mondo della comunicazione è sempre più giovane: il 53% degli occupati è under 35

Un dipendente su due che lavora nel mondo della comunicazione ha meno di 35 anni. E' quanto emerge da un'indagine condotta su un campione di 172 aziende e condotta da Una, Aziende della comunicazione unite, e Almed, Alta Scuola in Comunicazione, Media e Spettacolo, dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Negli ultimi anni c'è stato un calo dell'occupazione femminile.