La rassegna stampa di martedì 23 febbraio

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli selezionati questa mattina dalla redazione del Corriere dell’Università.
Il Mattino – Giannini: “Noi abbiamo puntato sull’istruzione” – Il commento del ministro Giannini a due anni dal suo insediamento nel dicastero di viale Trastevere: dall’assunzione di circa 90 mila nuovi prof agli investimenti per la ricerca e i ricercatori passando per la riforma della Buona Scuola.
Italia Oggi – Al via le nuove classi di concorso – Con la ratifica del Presidente della Repubblica, Mattarella, la riforma delle classi di concorso per il settore scuola può essere pubblicata in Gazzetta Ufficiale: tra le misure più rilevanti, l’accorpamento di numerose delle vecchie classi concorsuali e l’esordio di alcune create ad hoc per il prossimo concorsone.
La Repubblica – Aggrediti in Statale dai fascisti – Succede all’Università Statale di Milano dove un gruppo di sedicenti neo fascisti a volto coperto ha fatto irruzione nella biblioteca universitari malmenando gli studenti riuniti in occasione di un evento di festa.
Il Messaggero – Renzi, qui si tocca il futuro – L’intervento del premier in visita nei laboratori dell’Istituto di Fisica Nucleare al Gran Sasso. Un messaggio ai ricercatori: “A chi se ne vuole andare dico: faccia pure, ma noi faremo dell’Italia un’eccellenza in campo scientifico”.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Iscrizioni scuole superiori: 1 studente su 2 sceglie il liceo; in calo gli istituti professionali

Next Article

Gara di retorica tra detenuti del Regina Coeli e gli studenti di Tor Vergata

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).