La rassegna stampa di martedì 05 gennaio

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli selezionati questa mattina dalla redazione del Corriere dell’Università.
Il Fatto Quotidiano – Le #scuolesicure di Renzi? Slittano di una anno grazie al Milleproroghe – L’attuazione di interventi d’emergenza per mettere i sicurezza le scuole italiane finisce nel decreto Milleproroghe e rischia così di slittare di un anno.
La Repubblica – Arrivano altri quattro elementi, così cambia la tavola di Mendeleev – Sono quattro metalli pesanti i nuovi elementi che si aggiungono alla tavola periodica.
Italia Oggi – Diplomati, pentiti della scelta post media. Il 46% cambierebbe scuola o indirizzo – Un’indagine AlmaDiploma svela come quasi un ragazzo su due sia insoddisfatto della scelta effettuata al termine delle scuole medie, ma come, nonostante tutto, abbia portato a termine il percorso inizialmente scelto.
Il Giorno – Altro che lotta alla supplentite. Gli incarichi brevi sono aumentati – La denuncia in Lombardia della FLC CGIL che contesta alla riforma della Buona Scuola di aver tradito il suo scopo principale: quello di eliminare il precariato dal sistema d’istruzione. Dati alla mano sembrerebbe, infatti, che, almeno per quest’anno, il numero di supplenze sia addirittura in crescita.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il voto d'esame non conta: alla maturità, Umberto Eco prese solo "discreto"

Next Article

Consiglio d'Europa assume a tempo indeterminato laureati con esperienza

Related Posts
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.