La rassegna stampa di lunedì 06 giugno

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli selezionati questa mattina dalla redazione del Corriere dell’Università.
La Stampa – La scuola ci ripensa. Lo smartphone tornerà tra i banchi – Il sottosegretario all’istruzione, Davide Faraone, annuncia una nuova digitalizzazione all’interno delle scuole: “L’uso dei cellulari in classe non sarà più proibito”.
La Provincia – Scuola: professori e ragazzi due mondi separati – La scuola italiana rappresenta efficacemente il conflitto generazionale esistente nell’Occidente industrializzato in cui soltanto oggi ci si  interroga sulle necessita di governare il potere uniformante.
Sole 24 ore – Premi per chi innova nell’energia del futuro – E’ appena partito Next Energy, il progetto ideato da Terna, gestore della rete elettrica nazionale e da Fondazione Cariplo, per valorizzare giovani talenti  e sostenere lo sviluppo di progetti innovativi in ambito elettrico.
la Repubblica Genova – Gli studenti incontrano i migranti – Costruire ponti, costruire il futuro è il titolo dell’iniziativa promossa dalla comunità di Sant’Egidio per celebrare l’incontro tra i giovani e i rifugiati.
L’Espresso – E’ guerra tra vegetariani e onnivori – Sempre più accesa la battaglia, il dibattito sul consumo di carne o meno. E riguarda 5 milioni di italiani
il Giornale – “Sono la Baby Provetta e ai tempi della scuola mi trattavano da aliena” – Parla Alessandra Abbisogno, la prima bambina in Italia a nascere con la fecondazione assistita
 
 
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di venerdì 03 giugno

Next Article

Amministrative 2016, gli universitari: “Abbiamo votato il meno peggio”

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).