La rassegna stampa di giovedì 25 giugno

Scuola, Università Ricerca: le notizie della giornata, selezionate per voi dalla redazione di CorriereUniv.
Il Messaggero – Scuola, oggi la fiducia. Bagarre in Senato. Ma il Governo accelera – Oggi il Governo dovrebbe chiedere la fiducia in Senato per far passare la riforma della scuola. Forti le critiche sia dalle opposizioni che da fronti interni alla maggioranza.
Il Sole 24 Ore – Per oltre 50 mila assunti nomina in corso d’anno e incarico solo dal 2016 – Anche passando in tempi rapidi, la riforma della scuola impiegherà molto tempo per essere messa in pratica, con disagi per le immediate immissioni in ruolo di docenti e personale Ata.
La Gazzetta del Mezzogiorno – Scontro Giannini-Meloni sulla teoria di gender – Botta e risposta tra il ministro dell’Istruzione e Giorgia Meloni sulla questione dell’insegnamento di rudimenti di teoria di genere all’interno delle scuole italiane.
La Stampa – Genitori studenti per salvare il liceo dei figli – Il caso a Domodossola, dove uno dei licei storici della città rischia di chiudere a causa delle poche iscrizioni. I genitori dei ragazzi disposti a tornare sui banchi di scuola pur di garantire il posto in aula ai propri figli.
Il Giorno – Harry Potter entra in laboratorio. La magia è solo fisica quantistica – Le magie del personaggio inventato dalla penna di J.K. Rowling arrivano all’Università di Pisa, in una tre giorni dedicata alla magia e alla scienza.
La Repubblica – Videogiochi, satelliti e cellulari: così agisce il “grande orecchi0” – Lo scandalo delle intercettazioni Usa, che ha coinvolto anche i vertici dello stato francese, spiegati nei dettagli. Videogiochi e cellulari gli strumenti più utilizzati per raccogliere informazioni.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Fondo Ordinario Enti Ricerca: Giannini avvia iter per l’assegnazione

Next Article

"Uno studente su due ritiene necessaria la raccomandazione"

Related Posts
Leggi di più

Film horror in una scuola media: studenti svenuti

È accaduto in una scuola di Cremona durante una supplenza. Proiettata la pellicola "Terrifier" vietata ai minori: gli alunni più sensibili hanno accusato malori e nausea. Lettera di protesta inviata al preside