La novità – Ok del Comune: a Scampia la nuova Facoltà di Medicina

La nuova Facoltà di Medicina dell’Università Federico II di Napoli sorgerà a Scampia. Lo rende noto l’amministrazione comunale, che ha approvato in linea economica le opere edili e impiantistiche, nonchè i costi delle forniture degli arredi e delle attrezzature necessarie. L’importo complessivo è di 100 milioni di euro.
L’approvazione e il rinnovato rispetto dei tempi di trasferimento dei fondi dalla Regione Campania alle imprese esecutrice – ha affermato l’assessore Piscopo, che ha proposto la delibera insieme agli assessori Calabrese e Fucito – ci consentirà di portare a completamento questa importante opera, che si inserisce nel percorso di rivitalizzazione del tessuto urbano dell’area nord e in particolare di Scampia, anche in funzione della nuova Città metropolitana.
L’intervento – ha ricordato il Comune – è finanziato con i fondi POR Regione Campania 2000/06 PIT “città di Napoli”. L’intero complesso edilizio si sviluppa su un’area di circa 10.000 mq. mentre l’area di sedime è di 8770 mq. L’edificio, a forma di corona circolare, si sviluppa su sei livelli di cui uno seminterrato e cinque fuori terra, per una superficie costruita di 21.380 mq.; sono previsti un parcheggio esterno ed uno interrato

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Moby Dick è tornata in Sardegna: ricercatori avvistano rarissimo capodoglio albino

Next Article

Arriva in Italia la certificazione univoca per gli autori dei lavori scientifici

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.