La Maturità dei Vip – Ascanio Celestini: "La scuola? Un’esperienza politica"

Attore, scrittore, regista, autore. Qualsiasi definizione rischia di essere riduttiva per Ascanio Celestini. Lui che della parola e del racconto ha fatto un’arte. Lui che oggi con i suoi spettacoli gremisce piazze e teatri. E proprio ai giovanissimi che lo seguono ovunque ricorda: “Gli esami non sono formativi, la vera conoscenza è inevitabilmente legata all’esperienza”.

Ascanio, cosa ricordi delle scuole superiori?
Ho frequentato il liceo classico anche se forse avrei preferito fare il liceo artistico, ma ero uscito dalle scuole medie senza avere la benché minima percezione di quello che mi aspettava. La scuola è stata per me un’esperienza interessante a livello politico e un momento di formazione culturale. Mi è servita come palestra di socialità anche grazie alle assemblee, alle occupazioni e alle autogestioni.

Quanto hai studiato al liceo?
Poco, il necessario direi. Nessuno ci ha mai insegnato come studiare per accrescere il nostro sapere. La finalità delle interrogazioni, quella che erroneamente ci hanno inculcato, è sempre stata il voto e non la conoscenza.

Come hai affrontato la verifica dell’ultimo anno?
Tutta la classe arrivò abbastanza impreparata agli esami. Negli anni precedenti avevamo avuto molti problemi con un’insegnante di greco e latino e le lacune accumulate hanno finito per compromettere a tutti i risultati della versione di greco e latino. Nonostante ciò ero abbastanza sicuro della mia preparazione. Feci il tema d’italiano su Leopardi e all’orale portai storia e filosofia. Ma lo scritto di greco andò malissimo.

Cosa pensi dell’esame di Maturità?
Viene descritto da molti come momento fondamentale e invece secondo me è solo un passaggio. La maturità non è così importante. Negli anni ti rendi conto che le interrogazioni e gli esami non sono per nulla formativi, creano una tensione prodotta esclusivamente dal voto. La cosa più importante nella vita è acquisire nozioni. Ma la vera conoscenza è inevitabilmente legata all’esperienza.

L’intervista ad Ascanio Celestini è stata tratta dalla Guida alla Maturità 2007, edita dal Corriere dell’Università

LEGGI ANCHE:
MATURITA’ DEI VIP – le nostre interviste:
La Maturità dei Vip – Rocco Hunt: “Non abbiate paura di cambiare città”
La Maturità dei Vip – Lodovica Comello: Immaginate i prof. in mutande, funziona sempre
La Maturità dei Vip – Elisabetta Canalis: “La notte prima degli esami? Non la ricordo!”
La Maturità dei Vip – Ascanio Celestini: “La scuola? Un’esperienza politica”
La Maturità dei Vip – Cristiana Capotondi: “Il mio esame? Una corsa campestre”
La Maturità dei Vip – Ilaria D’Amico – “Non dimenticherò mai quel 3”
La Maturità dei Vip – Maddalena Corvaglia: “Seminate tutto l’anno e pazienza. I frutti arriveranno”
La Maturità dei Vip – Dario Fo: “Ragazzi, ribellatevi alla mediocrità!”
La Maturità dei Vip – Neri Marcorè: “Serietà e spensieratezza, così ho superato l’esame”
La Maturità dei Vip – Edoardo Leo – “Sappiate scegliere e se necessario formatevi da soli”
La Maturità dei Vip – Claudio Santamaria: “Guardate il vostro esame dall’alto”
La Maturità dei Vip – Silvio Muccino: “Mi salvai commuovendo la commissione”
La Maturità dei Vip – Tania Cagnotto: “L’esame di maturità? Ero più agitata che alle olimpiadi”
Maturità: il video di Gianni Morandi per gli studenti

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, Toccafondi: “Il 75% dei lavori richiedono competenze. Noi partiamo dall’alternanza”

Next Article

La rassegna stampa di venerdi 10 giugno

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident