La FIRSTLEGO League oltre la robotica

Al Miur la premiazione dei 16 migliori progetti scientifici
Saranno assegnati domani, venerdì 5 maggio i riconoscimenti ai migliori progetti realizzati dalle squadre di giovani “scienziate” e “scienziati” per la First Lego League Italia 2016/2017. La premiazione si terrà presso la Sala della Comunicazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dalle ore 14.30, alla presenza del Sottosegretario all’Istruzione Vito De Filippo. Saranno presenti anche Cristina Azzolini (Vicesindaco Comune Rovereto), Carmela Palumbo (Direttore Generale MIUR – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione) e Anna Brancaccio (Dirigente Scolastico – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione)
La FIRST® LEGO® League Italia è una competizione a squadre di robotica e scienza che mette a confronto i ragazzi di tutto il mondo (250 mila quest’anno) su tematiche di forte impatto ecologico e sociale, che devono affrontare con la mentalità del problem solving attraverso la robotica a mattoncini targata LEGO e la loro creatività con un progetto scientifico originale in tema, seguendo anche regole di condivisione e fair play, e privilegiando la comunicazione scientifica.
Organizzatore per l’Italia di questa manifestazione mondiale è la Fondazione Museo Civico di Rovereto, che è accreditata dal MIUR a valorizzare le eccellenze fra gli studenti italiani nel campo della robotica.
PROGRAMMA0503_PremiazioneFirstLegoLeague

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Una pillola ci farà dimagrire stando sul divano

Next Article

PON per tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico

Related Posts
Leggi di più

Studenti Erasmus dormono in stazione a Ferrara, il governo spagnolo critica l’ateneo: “Doveva pensare all’accoglienza”

Non si placano le polemiche sul caso del gruppo di studenti spagnoli costretti a dormire in stazione al gelo perché impossibilitati a trovare un alloggio a Ferrara. Il ministro dell'Università iberico ha criticato l'università emiliana per la mancata accoglienza. L'ateneo però non ci sta: "Non era di nostra competenza".