Italia da record: 2.354mln di disoccupati

Il numero dei disoccupati a febbraio è di 2,354 milioni. Questo l’allarmante dato lanciato da Istat su dati provvisori. E’ la condizione peggiore dal 1996.

Il numero dei disoccupati a febbraio è di 2,354 milioni. Questo l’allarmante dato lanciato da Istat su dati provvisori. E’ la condizione peggiore dal 1996. Il tasso di occupazione maschile, pari al 67,2% è stabile in termini congiunturali, quello femminile pari al 46,7% è in calo nel confronto con il mese precedente di 0,2 punti percentuali e in aumento di 0,4 punti in termini tendenziali.

Tra i Paesi membri, quelli che hanno registrato il più basso tasso di disoccupazione sono stati l’Austria (4,2%), l’Olanda (4,9%), il Lussemburgo (5,2%) e la Germania (5,7%), mentre il tasso più alto è stato rilevato in Spagna (23,6%) e Grecia (21%). Per quanto riguarda la disoccupazione giovanile, a febbraio nell’eurozona è stato registrato un tasso del 21,6% contro il 21,5% del mese precedente e nell’Ue a 27 è salita al 22,4% contro il 22,3% di gennaio: a febbraio di un anno fa era rispettivamente del 21 e del 20,5%. Il tasso di disoccupazione piu’ basso fra i giovani sotto i 25 anni e’ stato registrato in,Germania (8,2%), Austria (8,3%) e Olanda (9,4%), mentre quello piu’ alto in Spagna (50,5%) e Grecia (50,4%, con riferimento a dicembre 2011) (fonte: adnkronos)

Si parla di ben 29 mila occupati in meno, giovani italiani senza un lavoro, senza possibilità di costruire il tanto sognato futuro. Insomma, un giovane su tre non lavora e nella fascia 15-24 si parla di un 31,9% a febbraio, con un aumento di 0,9 punti percentuali rispetto a gennaio e di 4,1 punti su base annua. Il dato più elevato da gennaio 2004.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Istat, precari occupati o disoccupati?

Next Article

Da Telecom la cabina del futuro

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.