Italia da record: 2.354mln di disoccupati

Il numero dei disoccupati a febbraio è di 2,354 milioni. Questo l’allarmante dato lanciato da Istat su dati provvisori. E’ la condizione peggiore dal 1996.

Il numero dei disoccupati a febbraio è di 2,354 milioni. Questo l’allarmante dato lanciato da Istat su dati provvisori. E’ la condizione peggiore dal 1996. Il tasso di occupazione maschile, pari al 67,2% è stabile in termini congiunturali, quello femminile pari al 46,7% è in calo nel confronto con il mese precedente di 0,2 punti percentuali e in aumento di 0,4 punti in termini tendenziali.

Tra i Paesi membri, quelli che hanno registrato il più basso tasso di disoccupazione sono stati l’Austria (4,2%), l’Olanda (4,9%), il Lussemburgo (5,2%) e la Germania (5,7%), mentre il tasso più alto è stato rilevato in Spagna (23,6%) e Grecia (21%). Per quanto riguarda la disoccupazione giovanile, a febbraio nell’eurozona è stato registrato un tasso del 21,6% contro il 21,5% del mese precedente e nell’Ue a 27 è salita al 22,4% contro il 22,3% di gennaio: a febbraio di un anno fa era rispettivamente del 21 e del 20,5%. Il tasso di disoccupazione piu’ basso fra i giovani sotto i 25 anni e’ stato registrato in,Germania (8,2%), Austria (8,3%) e Olanda (9,4%), mentre quello piu’ alto in Spagna (50,5%) e Grecia (50,4%, con riferimento a dicembre 2011) (fonte: adnkronos)

Si parla di ben 29 mila occupati in meno, giovani italiani senza un lavoro, senza possibilità di costruire il tanto sognato futuro. Insomma, un giovane su tre non lavora e nella fascia 15-24 si parla di un 31,9% a febbraio, con un aumento di 0,9 punti percentuali rispetto a gennaio e di 4,1 punti su base annua. Il dato più elevato da gennaio 2004.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Istat, precari occupati o disoccupati?

Next Article

Da Telecom la cabina del futuro

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.