Istruzione: via di ricostruzione socio-economica

Il 30% dei bambini afgani è coinvolto in lavori minorili. Il contrabbando (in particolare nelle cittadine di confine) è diventato l’unico mezzo di sostentamento e paradossalmente per i bambini è considerato meno pericoloso. “Se presi, vengono malmenati, ma poi rilasciati” affermano i genitori dei bambini lavoratori. Intere famiglie basano la propria sussistenza sul lavoro dei minori.

Il 30% dei bambini afgani è coinvolto in lavori minorili. Il contrabbando (in particolare nelle cittadine di confine) è diventato l’unico mezzo di sostentamento e paradossalmente per i bambini è considerato meno pericoloso. “Se presi, vengono malmenati, ma poi rilasciati” affermano i genitori dei bambini lavoratori. Intere famiglie basano la propria sussistenza sul lavoro dei minori.
Con il contributo delle comunità locali, l’UNICEF facilità il re-inserimento scolastico dei bambini, creando nuove strutture formative. Più di 160.000 bambini, appartenenti a 25 province afgane, frequentano scuole assistite dalle comunità. Torkham, al confine tra l’Afghanistan e il Pakistan, rotta principale di rifornimento per le Forze Occidentali, è “meta” di contrabbando della farina poiché dal 2007 il Pakistan ha vietato l’export del frumento in Afghanistan.
 In questa città, già 400 bambini frequentano le neo-scuole. Un seme gettato verso la formazione che, se priva di pre-giudizi costituisce uno degli elementi costituenti di ri-costruzione sociale ed economica.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

SF, il giornale degli studenti

Next Article

Con Pagliara a lezione per passione

Related Posts
Leggi di più

“Foto osé in cambio della sufficienza”: chiuse le indagini nei confronti del prof di matematica. Nei guai anche la preside che non denunciò

La Procura di Cosenza ha chiuso le indagini preliminari sul caso delle presunte molestie al liceo "Valentini-Majorana" di Castrolibero. Il docente accusato di violenza sessuale, tentata violenza sessuale, molestie sessuali e tentata estorsione. In un caso chiese a una ragazza di scattarsi una foto del seno se voleva ottenere il 6 nella sua materia.