Integrazione, il premio di Fiaba

Fiaba, l’associazione impegnata nella diffusione della cultura delle pari opportunità, ha indetto la prima edizione del Premio giornalistico intitolato a Angelo Maria Palmieri, giornalista e collaboratore di Fiaba scomparso lo scorso gennaio a soli 30 anni.

L’iniziativa intende valorizzare i migliori articoli o servizi radio-televisivi che abbiano diffuso i valori di solidarietà, pari opportunità, integrazione sociale e convivenza civile, di difesa dei diritti fondamentali dell’uomo per il superamento delle barriere culturali e sociali.

La partecipazione al premio, entro il 10 gennaio 2012, è gratuita e possono concorrere giornalisti professionisti, pubblicisti, studenti delle scuole di giornalismo e gli studenti universitari con articoli e inchieste pubblicati su quotidiani, periodici, agenzie di stampa, periodici, siti internet, blog e social media nonché con servizi trasmessi dalle emittenti televisive e radiofoniche pubbliche e private nel periodo compreso tra il 1 gennaio e il 31 dicembre del 2011.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa del premio al numero 0643400800 oppure scrivere a [email protected]

Bando del premio disponibile su www.fiaba.org

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

5 ingegneri alla Bip

Next Article

Master in Professioni e Prodotti dell'Editoria

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.