In fiamme una discoteca, almeno 232 giovani vittime in Brasile

Schermata 01-2456320 alle 19.51.11

E’ di 232 vittime e di oltre 130 feriti il bilancio di un incendio divampato in una discoteca di Santa Maria, nel sud del Brasile, dove circa 2000 persone assistevano ad uno spettacolo di fuochi pirotecnici. A provocare le fiamme sarebbero stati proprio alcuni razzi pirotecnici lanciati dal palcoscenico da una band che si esibiva.
Tra le vittime soprattutto adolescenti morte per asfissia o perché calpestate dalla folla in fuga.  Secondo fonti locali un bengala avrebbe toccato il soffitto infiammando subito il materiale in plastica che lo rivestiva. Quindi il rogo.

Stando ai primi controlli la  discoteca Kiss non aveva le carte in regola con le autorità municipali, il permesso per funzionare era scaduto dall’agosto del 2012, perché nel locale bisognava fare lavori per cambiare la segnaletica interna ed aprire un’uscita d’emergenza.
Le vittime sono morte “per asfissia” o perché “calpestate” dalla folla che tentava di uscire dallo stabile una volta divampate le fiamme. Ora spetterà alle autorità giudiziarie accertare l’esatta dinamica dell’accaduto e dunque punire eventuali colpevoli.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Furti d'opere d'arte all'università, indagini a tutto campo

Next Article

a 160 anni dalla nascita, La Sapienza ricorda Josè Martì

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"