Imola, insulti dei bulli al prof gay: sospesa l'intera classe

E’ stata sospesa l’intera classe della scuola superiore di Imola (Bologna) dove un professore sarebbe stato oggetto di insulti omofobi da parte di alcuni studenti. Lo conferma l’ufficio scolastico regionale dell’Emilia-Romagna. Al momento non è chiaro per quanto tempo durerà la sospensione, decisa dal dirigente scolastico.
La vicenda è nata dalla denuncia di un amico dell’insegnante, anch’egli vittima di attacchi omofobi, in una lettera pubblicata dal sito Gaynews.it, testata diretta da Franco Grillini. L’autore della lettera parla di frasi offensive e scritte volgari alla lavagna “con espliciti riferimenti non solo alla sua omosessualità ma anche alla mia. E, questo, per il solo fatto che siamo amici e spesso usciamo insieme per Imola”.
Secondo la denuncia, la preside non avrebbe proposto nessun provvedimento. Anzi, sarebbe arrivata a cancellare dal registro elettronico le note che facevano riferimento agli insulti omofobi. “È tutto l’anno – denuncia l’amico del prof. – che si ripetono questi episodi. Sono sconcertato per la censura e il totale silenzio della dirigente in merito a questi fatti di omofobia, che mi riguardano in prima persona visto che nella sua scuola sono stato diffamato verbalmente e per iscritto”. Ieri la svolta decisa dall’ufficio scolastico regionale.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di giovedì 31 maggio

Next Article

Trip to the North, exploring Yorkshire

Related Posts
Leggi di più

Raid vandalico davanti alla sede dell’Usr a Roma: scritte e fumogeni contro le denunce agli studenti per le occupazioni

Questa notte il movimento studentesco "La Lupa" ha messo a segno un blitz davanti alla sede dell'Ufficio scolastico regionale del Lazio per protestare contro la circolare del direttore generale che invitava i presidi a denunciare gli studenti che avevano dato vita alle occupazioni degli istituti nelle scorse settimane. In alcune scuole romane sono già stati presi i primi provvedimenti e avviate le procedure per le richieste di risarcimento dei danni.