Immaginiamo il futuro: ecco le nuove professioni

I lavori del futuro saranno orientati verso due direzioni: la digital transformation e l’ecosostenibilità.

I prossimi cinque anni saranno decisivi per delineare il 60% delle professioni del futuro. Questo secondo il Dossier 2020 di Unioncamere e ANPAL, che si basa sulle esigenze di innovazione e riconversione green e digital emerse dalle aziende.
La rapida evoluzione tecnologica infatti rende necessarie figure professionali con competenze informatiche e digitali. L’emergenza climatica inoltre rende urgente lo sviluppo di un’economia ecosostenibile nel rispetto dell’Agenda 2030

Oggi le istituzioni e le imprese devono dotarsi di un’identità digitale. La digital transformation genera la necessità di figure specializzate nell’analisi dei dati, nell’intelligenza artificiale, nella sicurezza informatica e nell’analisi di mercato. Questo comporterà non solo un incremento dei posti di lavoro per le professioni emergenti, ma anche la riqualificazione di figure lavorative già esistenti, che dovranno aggiornare le proprie competenze per stare al passo con i tempi.

Le professioni per un futuro green

L’acquisizione di una coscienza ecologica da parte delle aziende, diventa ora necessaria per affrontare l’emergenza ambientale. La green economy fa emergere l’esigenza di nuove figure professionali specializzate nei green jobs, che secondo l’UNEP (United Nations Environment Program), che saranno decisivi nel preservare o ripristinare la qualità ambientale.
Sulla base dei dati di Unioncamere si può prevedere che le professioni del futuro saranno orientate verso due direzioni: la digital transformation e l’ecosostenibilità.

DIGITAL TRANSFORMATION:
  • specialista in Big Data: per lo più si tratterà di esperti dell’analisi dei dati (Digital Analyst, Digital CRM Manager), figure specializzate dell’ambito ICT (tecnologie dell’informazione e della comunicazione). Saper interpretare grandi quantità di dati permette ad un’azienda di pianificare strategicamente la propria attività e ottimizzarne i risultati.
  • ingegnere informatico, esperto di coding e cyber security: sviluppare le infrastrutture digitali di un’azienda e la sua presenza sul web è diventato necessario per mantenersi visibili e competitivi, ecco perché queste figure sono tra le più richieste sul mercato.
  • esperto di comunicazione e digital marketing: la comunicazione si sposta sul web e va curata seguendo le logiche della rete, le figure già attive in questo settore diventeranno sempre più specializzate; in particolare, aumenterà la richiesta di professionisti che curino la parte di pianificazione e gestione strategica della comunicazione e del marketing: Digital Strategist, Digital PR, Community Manager, E-Raputation Manager, Content Specialist, Search Marketing Specialist.
  • Programmatore IA e Robot Engineer: l’industrializzazione procede sempre di più verso una realtà in cui gli operatori umani lavoreranno al fianco di robot dotati di intelligenza artificiale, che si faranno carico delle mansioni più pesanti ed efficientando il rendimento.
GREEN JOBS:
  • Meccatronico e meccanico industriale (green): la manutenzione e revisione delle auto elettriche e smart e dei macchinari industriali necessitano di conoscenze elettroniche ed informatiche, per attuare una riconversione ecosostenibile.
  • Ingegnere ambientale e promotore edile di materiali sostenibili: professioni legate al settore dell’edilizia che potranno trarre slancio dalla rivoluzione verde, soprattutto grazie agli ecobonus e al continuo sviluppo di tecnologie e materiali legati alla svolta green.
  • Giurista ambientale: le competenze giuridiche relative alla sostenibilità ambientale saranno sempre più richieste, soprattutto vista l’attenzione mediatica che il tema richiama.
  • Specialista in contabilità verde: negli ultimi anni si è provveduto anche a livello legislativo ad incentivare la rivoluzione green, questo ha creato una nicchia specialistica molto importante per commercialisti ed esperti contabili.
  • Cuoco sostenibile: negli ultimi anni si è sviluppata una maggiore coscienza di quanto una ristorazione ecosostenibile possa avere un impatto significativo sul territorio attraverso la lotta allo spreco alimentare, l’utilizzo di marchi di qualità, le produzioni biologiche e a chilometro zero.
  • Operatori Socio Sanitari e Addetti alla cura della persona: l’innovazione tecnologica ha però degli effetti collaterali in termini di salute e benessere, anche a causa di sessioni troppo lunghe di smart working. Inoltre, il progressivo invecchiamento della popolazione e l’aumento della domanda di servizi genererà la domanda di skill relazionali e organizzative volte a garantire condizioni di vita migliori a qualsiasi età.

Total
5
Shares
Lascia un commento
Previous Article
vaccinazioni esami di stato

Scuola, incontro Ministero-Sindacati su sicurezza e vaccinazioni

Next Article
mindyourtime

Da fonte di stress a strumento per il benessere, ecco l’app che trasforma l’uso dello smartphone

Related Posts