Il saluto degli studenti Udu Parthenope

Dispiacere, sgomento, cordoglio e rispetto; questi i sentimenti e le uniche parole che ci sentiamo di scrivere circa il tragico evento accaduto ieri presso la sede del Centro Direzionale dell’Università Parthenope. Un gesto che lascia l’amaro in bocca, di quelli che non ti spieghi, di quelli che ti lasciano senza parole e con un forte senso di impotenza, nei confronti della vita e della morte. Era qui a pochi metri da tutti noi, Giuseppina, e qui, in mezzo a noi, ha preso la sua tragica scelta. Non giudichiamo, non critichiamo, non proferiamo pensieri, ipotesi, congetture o quant’altro. Semplicemente ci uniamo nel dolore di una persona scomparsa qui, al nostro fianco partecipando col nostro affetto alla sofferenza della famiglia e di coloro che le erano vicini.
Ha scelto di morire nella più totale solitudine di un bagno, ma oggi Giuseppina è diventata per tutti noi, per tutti coloro che l’hanno conosciuta e non una cara amica; e tutti insieme, quindi, vogliamo salutarla col gesto più caloroso… un abbraccio.

CIAO GIUSY

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Siamo quello che mangiamo ma anche quello che impariamo

Next Article

IX Simposio dei docenti, 5 workshop contro la crisi

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).