Il Comune di Milano cerca laureati in materie umanistiche

Il Comune di Milano ha pubblicato un bando per laureati finalizzato al conferimento di 2 (due) incarichi di lavoro. La mansione è “revisione scientifica di schede catalografiche di fotografia”, presoo il Civico Archivio Fotografico. Il concorso rientra negli interventi previsti per gli anni 2015 e 2016, per rivedere la catalogazione delle fotografie nell’ambito del SIRBeC, il Sistema Informativo dei Beni Culturali della Regione Lazio.
CHI PUO’ CANDIDARSI? – Possono partecipare al concorso tutti candidati in possesso dei seguenti requisiti:
– una laurea specialistica o quadriennale in Conservazione dei Beni Culturali o materie umanistiche, con indirizzo storico artistico;
– la cittadinanza italiana o straniera;
– età non inferiore ai 18 anni;
– non essere stati licenziati per persistente insufficiente rendimento da una Pubblica Amministrazione, ovvero per aver ottenuto l’incarico mediante dichiarazioni mendaci o la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;
– non essere stati licenziati dal Comune di Milano, salvo che per collocamento in disponibilità o mobilità collettiva;
– attestati di corsi conseguiti presso scuole di specializzazione o master, ovvero tesi di laurea specialistica o di dottorato, ovvero pubblicazioni a stampa, attestanti le preparazione specifica in storia della fotografia;
– comprovata esperienza nella catalogazione di fotografie storico artistiche con l’utilizzo del tracciato ministeriale ICCD per la “Scheda F” in ambito SIRBeC, con almeno 12 mesi, anche non continuativi, di attività documentata e almeno due collaborazioni negli ultimi 5 anni presso istituti culturali pubblici o privati, archivi, bibliotechespecialistiche e fototeche.
COME AVVERRA’ LA SELEZIONE? – La selezione sarà effettuata mediante procedura comparativa. Nel caso in cui più candidati risultino a parità di punteggio, è previsto l’espletamento di una prova orale tramite colloquio. Le domande di partecipazione, così come indicato nel bando, devono essere presentate, a partire dal 3 giugno 2015 ed entro il 9 giugno 2015, tramite mail all’indirizzo di posta elettronica [email protected]
Per maggiori informazioni, vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il bando Concorso-MI_beni-culturali_bando

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

FFO, gli studenti attaccano: "MIUR sordo alle critiche, confermati i tagli"

Next Article

Renzi al PD: "Potrei fare la riforma della scuola anche domattina, ma sarebbe un errore politico"

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.