Ictus, tre ore e mezza di camminata a settimana riducono il rischio per le donne

Secondo uno studio spagnolo pubblicato dalla rivista ‘Stroke‘, le donne che camminano almeno tre ore e mezzo la settimana hanno una probabilità inferiore di avere un ictus. Secondo questa ricerca, l’aumento del beneficio non è correlato ad un incremento di esercizi svolti in un tempo inferiore.

I ricercatori dell’autorità sanitaria regionale di Murcia (città meridionale della Spagna), hanno utilizzato i dati dei questionari di 33mila persone che avevano partecipato ad uno studio sul cancro negli anni ’90, contattandole regolarmente negli anni successivi.

Per ben 12 anni, sono stati seguiti  uomini e donne colpiti da ictus; dopo la diagnosi, il trattamento, ed i controlli periodici a cui sono stati sottoposti, alla fine del dodicennio,  si sono verificati 442 casi di ictus sia nel genere maschile che in quello femminile. I ricercatori sono giunti alla conclusione che: “Per le donne che camminavano più di 210 minuti il rischio e’ risultato minore del 43 per cento, mentre per gli uomini non abbiamo visto benefici di questo tipo e al momento non abbiamo una spiegazione per questo fenomeno”.

Giovanna Padalino

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Usa, la marijuana si studia all'università

Next Article

Bari: ancora 20 indagati per calcioscommesse

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.