Ictus, tre ore e mezza di camminata a settimana riducono il rischio per le donne

Secondo uno studio spagnolo pubblicato dalla rivista ‘Stroke‘, le donne che camminano almeno tre ore e mezzo la settimana hanno una probabilità inferiore di avere un ictus. Secondo questa ricerca, l’aumento del beneficio non è correlato ad un incremento di esercizi svolti in un tempo inferiore.

I ricercatori dell’autorità sanitaria regionale di Murcia (città meridionale della Spagna), hanno utilizzato i dati dei questionari di 33mila persone che avevano partecipato ad uno studio sul cancro negli anni ’90, contattandole regolarmente negli anni successivi.

Per ben 12 anni, sono stati seguiti  uomini e donne colpiti da ictus; dopo la diagnosi, il trattamento, ed i controlli periodici a cui sono stati sottoposti, alla fine del dodicennio,  si sono verificati 442 casi di ictus sia nel genere maschile che in quello femminile. I ricercatori sono giunti alla conclusione che: “Per le donne che camminavano più di 210 minuti il rischio e’ risultato minore del 43 per cento, mentre per gli uomini non abbiamo visto benefici di questo tipo e al momento non abbiamo una spiegazione per questo fenomeno”.

Giovanna Padalino

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Usa, la marijuana si studia all'università

Next Article

Bari: ancora 20 indagati per calcioscommesse

Related Posts
Leggi di più

Università, Messa: “Episodi concorsi isolati”

"La comunità scientifica è una comunità sana. Ha anticorpia sufficienza per reagire e autoregolarsi, ma deve misurarsi tra le altre cose con una realtà che fatica a trovare il giusto equilibrio tra trazione e innovazione, e a definire cosa caratterizzi il merito in maniera obiettiva, rendendo prossima allo zero l'ineludibile discrezionalità della scelta", parole della ministra Cristina Messa